Potere-al-Popolo-Santa-Sofia-Mario-Felice

A Santa Sofia quelli del Partito Democratico pensavano di aver già vinto, correndo in solitaria alle prossime amministrative e invece si trovano a dover competere con la lista di Potere al Popolo. In soccorso al candidato sindaco uscente interviene allora il presidente della Regione Emilia Romagna con la solita valanga di promesse elettorali sulla sanità e su tematiche turistiche a sostegno di interventi di impatto ambientale insostenibili” attacca Mario Felice candidato sindaco di Santa Sofia per Potere al Popolo.

Forse il presidente Bonnacini non sa o fa finta di non sapere che rinnovando gli impianti di risalita Burraia-Campigna si andrebbe a devastare una parte importante della zona b (ad alta tutela) del Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona Campigna, un patrimonio inestimabile di biodiversità vegetale e animale, insignito del Patrimonio Unesco. Davvero poco lungimirante, come del resto per il capitolo sanità pubblica. La risposta a questa problematica tanto sentita nelle martoriate vallate montane non sono certo le “Case della Salute” tanto care al Partito Democratico (sarebbe interessante capire il perché). Se non si riaprono i pronto soccorsi, i reparti di maternità e non si investe nell’emergenza e per garantire i servizi primari, chi rimarrà ad abitare nei territori di montagna?” continua Felice.

È inutile che Stefano Bonaccini e il PD facciano promesse di investimenti inesistenti e in alcuni casi completamente senza senso quando sappiamo tutti che la sanità è ormai completamente smantellata da tempo e per causa dei tagli non c’è più un Pronto Soccorso efficiente e i cittadini vengono indirizzati a quello di Forlì distante più di 50 km.
Per quanto riguarda invece il rilancio dei territori e la promozione turistica, è evidente il fumo negli occhi come le promesse per l’impianto di risalita in Campigna, quando interi paesi come Spinello sono stati abbandonati alla desolazione totale. Nessuno crede più alle propagande elettorali di un partito che da anni promette interventi già finanziati e mai avvenuti. Noi abbiamo chiaro i veri bisogni dei cittadini e siamo la vera voce del popolo” conclude Mario Felice.