Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Donazioni-Fumetti-2019

Festa dell’Europa 2019 alla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” che,a seguito della “Settimana Europea della Gioventù”, scende nuovamente in campo, col supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, con un’altra proposta targata Europa. Per l’occasione il pubblico nel pomeriggio di giovedì 09 maggio, dalle 14 alle 18, potrà visitare e consultare il contenuto dell’unica Fumettoteca Regionale, la prima in Emilia Romagna, in particolar modo la proposta del Fumetto Europeo.

Attiva e dinamica, innovativa e promotrice di progetti socio-culturali sempre più marcati nonché di tanti interessanti eventi e iniziative in grado di caratterizzare la realtà fumettistica forlivese e nazionale, la Fumettoteca presenta il mondo della Nona Arte, supportata da conoscenze e professionalità esclusive, grazie a collegamenti con grandi autori e validi professionisti di fama nazionale e mondiale, oltre alla validità e professionalità dei componenti dello Staff Fumettoteca.

Unica struttura che con una valida rete di iniziative socio-culturali si propone di unire momenti di svago con momenti di confronto pubblico allo scopo di valorizzare le risorse sociali e creative presenti sul nostro territorio. Fumetti in omaggio a tutti gli intervenuti per l’evento dell’Europe Day.

Perché una Festa dell’Europa? La Festa dell’Europa nasce per celebrare la pace e l’unità in Europa. La data, il 9 maggio, è l’anniversario della storica dichiarazione di Robert Schuman. In occasione di un discorso a Parigi, nel 1950, l’allora ministro degli Esteri francese Schuman espose la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee.

La sua ambizione era creare un’istituzione europea che avrebbe messo in comune e gestito la produzione del carbone e dell’acciaio. Un trattato che dava vita ad una simile istituzione venne firmato appena un anno dopo. La proposta di Schuman è considerata l’atto di nascita di quella che oggi è l’Unione europea. Gli uffici locali dell’UE in Europa e nel resto del mondo organizzano anche una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età. La Giornata porte aperte è un’opportunità unica per scoprire come le istituzioni europee incidono sulla tua vita. Entra negli edifici delle istituzioni e partecipa ad attività speciali, come dibattiti pubblici e visite guidate. A Bruxelles e a Strasburgo quest’anno il tema è quello di scegliere il proprio futuro.

La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, inaugurata solamente da 2 mesi, grazie al supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, si è inserita attivamente nel mondo giovanile locale, tramite proposte di percorsi e progetti mirati, fino ad espandersi a livello regionale e nazionale. Tanti i servizi, in alcuni casi unici e sperimentali che la “Biblioteca dei fumetti” regionale mette a disposizione di tutti gli interessati, consigli e lezioni di fumetto e a breve di “VideoFumetto”, supporto per Tesi di Laurea, mentre col progetto Giovani youngERcard si dona spazio e tempo alla volontà di volontariato per chiunque lo desideri fare e, non ultimo, si accettano donazioni di fumetti. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

CONDIVIDI
Articolo precedenteForLife: "Se Zattini trova ogni città migliore di Forlì che si candidi in un'altra città"
Articolo successivoVietina: “La scomparsa di don Poggiolini è una ferita per tutta la comunità’”
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.