Movimento 5 Stelle

Tantissimi ospiti di spicco del Movimento 5 Stelle nazionale saranno presenti sabato 4 maggio in piazza Saffi a Forlì, dalle ore 17,00 alle 19,00 (e in caso di maltempo nel salone comunale), alternandosi in un agorà per sostenere il candidato sindaco Daniele Vergini e tutta la squadra di candidati consiglieri. Gli argomenti saranno tanti: dalla legalità alla sicurezza, al reddito di cittadinanza, al salario minimo garantito, parleremo di turismo e agricoltura, e ovviamente anche del programma per le elezioni comunali.

Nicola Morra, senatore nonché presidente commissione Antimafia. Ha dichiarato: “La cultura è più potente delle armi, altro che mitra. Se vogliamo veramente porre la parola fine alla storia dell’aberrazione chiamata mafia, dobbiamo investire sulla nostra trasformazione, su di una vera rivoluzione culturale che ci farà preferire i libri ai mitra, il dialogo all’intimidazione, l’ascolto agli slogan. L’antimafia si fa con Placido Rizzotto, con Gesualdo Bufalino, con Peppino Impastato, con Pino Puglisi con tutti coloro che hanno minato alle radici il mito assolutamente falso dell’ineluttabilità e della accettabilità della mafia dimostrando che parola, cultura, studio sono più potenti delle armi. Altro che mitra”.

Luigi Gaetti, sottosegretario agli Interni, mantovano, delegato dal Ministro dell’Interno per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti, nonché per le persone scomparse.
Laura Bottici, questora del Senato e Senatrice commissione Finanze, carrarese, prima firmataria della mozione indirizzata al Governo che chiede di “definire la proprietà dell’oro di Bankitalia”, l’assetto “della proprietà delle riserve auree detenute dalla Banca d’Italia nel rispetto della normativa europea” e di “acquisire le notizie” su quelle detenute all’estero e sulle “modalità per l’eventuale loro rimpatrio“.

Elena Botto, senatrice commissione Lavoro e Agricoltura, prima firmataria dell’emendamento all’articolo 4 del “Decretone”, approvato, che prevede che i beneficiari del Reddito di Cittadinanza con un figlio minore nel nucleo, anche in caso di coppia separata, possano ricevere offerte di lavoro in un massimo di 250 chilometri, anziché tutta Italia, nei primi 24 mesi di fruizione del beneficio o in caso di rinnovo.
Grazie a questo emendamento pensiamo alle esigenze specifiche delle famiglie con figli minori – spiega Botto – con un’attenzione particolare, come quella mostrata per esempio nel caso di famiglie con disabili. La nostra esperienza nasce all’attivismo con l’obiettivo di cambiare il paradigma della politica”.

Carlo de Girolamo, parlamentare commissione Trasporti, forlivese, impegnato in prima persona nella redazione del Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile, per ridurre l’età media del parco autobus e di conseguenza l’inquinamento e per vincere la guerra allo smog.

Sabrina Pignedoli, capolista alle elezioni europee nella circoscrizione del Nord Est, a lungo firma dell’edizione del Resto del Carlino di Reggio Emilia e giornalista corrispondente dell’Ansa, autrice del libro “Operazione Aemilia”, consulente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali. Parte civile al maxi processo contro la criminalità organizzata nella regione Emilia-Romagna. Per la sua attività di indagine giornalistica è stata minacciata da uno degli uomini coinvolti dall’Operazione Aemilia.

Carla Franchini, candidata elezioni europee nella circoscrizione del Nord Est, riminese, laureata in Giurisprudenza, specializzata in diritto amministrativo e in diritto tributario. È capo area del Comune di Coriano con funzioni dirigenziali e vicesegretario comunale.
É autore di diverse pubblicazioni in materia di diritto amministrativo con particolare riferimento alla digitalizzazione della PA. Svolge attività di formazione a livello nazionale dal 2005. Già consigliere comunale a Rimini (2011-2016). Alle politiche del 4 marzo 2018 è stata candidata al Senato, uninominale di Rimini e Cesena.

Chiuderà la serata Daniele Vergini, candidato sindaco per il Comune di Forlì: “Non siamo professionisti della politica ma semplici cittadini che vogliono impegnarsi per migliorare il comune dove viviamo”.

In mezzo alla gente, tra i problemi dei cittadini. È questo “Movimento in Ascolto”, l’assemblea itinerante del M5S di Forlì all’interno dei quartieri, che da anni da voce a chi abita luoghi troppo spesso dimenticati dai partiti e dalle istituzioni locali. Nuovo appuntamento, venerdì 3 maggio, alle ore 21,00, a Palazzo Morattini in via Armelino 33 a Pievequinta di Forlì. Il candidato sindaco Daniele Vergini e il consigliere comunale Simone Benini incontreranno i cittadini dei quartieri Pievequinta, S. Leonardo, Selva, Forniolo. 

Vergini e Benini illustreranno le proposte contenute del Programma del M5S per le elezioni comunali di maggio e l’opposizione fatta in consiglio comunale negli ultimi 5 anni. Nel corso della serata gli abitanti potranno anche segnalare tutte le criticità presenti nel loro quartiere. I prossimi appuntamenti già fissati dal tour nei quartieri saranno per venerdì 10 maggio ore 21,00 nella sala di Via Sillaro, 42 i quartieri Cava, Romiti, Villanova e venerdì 17 maggio ore 21,00 nel circolo Endas di via Brasini 23 i quartieri Carpinello, Bagnolo, Pieve Acquedotto, Durazzano, Durazzanino.