Luna-Park

«Il biglietto da visita di chi arriva in treno nella nostra città merita più bellezza e più sicurezza. In una zona ad alta densità abitativa, vicino a scuole, palestre, un asilo e una chiesa, a mio avviso, non possono essere installati circhi o luna park che danneggiano il decoro del nostro centro storico.

Non è solo una questione di decibel, Forlì non si può permettere che i suoi principali luoghi storici vengano oscurati in questo modo. Occorre rendere giustizia a quella “vetrina nazionale di architettura razionalista” descritta dal professor Ulisse Tramonti e valorizzare così uno dei nostri viali più rappresentativi. Forlì è un vero e proprio museo a cielo aperto e Viale della Libertà ha i suoi pezzi più preziosi: come l’ex Palazzo GIL (tra le opere più importanti del Razionalismo italiano), il Villino Boni, le Case economiche o la sede dell’Istituto Tecnico Industriale.

Mentre in tutta Italia ieri si celebrava il 25 aprile, Forlì aveva una meravigliosa strada rinominata proprio in ricordo di quella “Libertà” e ciò che più ferisce è che anziché ricordarcelo con iniziative nei luoghi di maggiore valenza storica, preferiamo farci un bel giro in giostra».

Simone Valmori candidato lista civica “Forlì Cambia” per Zattini sindaco