Caccia al biglietto negli ultimi giorni per i 4.900 posti disponibili (chiuso il Parterre Low Cost C, dietro canestro lato ospiti; chiuse due porzioni del Terzo Anello Giallo). Si va verso il sold out dell’Arena, che accoglierà la Fortitudo – promossa in A1 con tre giornate di anticipo – vestita di biancorosso: coreografia, truccatrici ai due ingressi e outfit biancorosso richiesto a tutti i tifosi. Una domenica speciale, che la squadra guidata da coach Nicola proverà a rendere indimenticabile. Arbitrano Dionisi, Gagno, Mottola.

Serve l’impresa perché al netto dell’intensità agonistica con cui la Fortitudo approccerà il match, Forlì si presenta alla palla a due in condizioni fisiche tutt’altro che buone: all’assenza di Tommy Oxilia si sono aggiunti in settimana gli infortuni di Daniel Donzelli e Rino De Laurentiis, entrambi a forte rischio per il derby. Reparto lunghi decimato dunque, con prevedibili minuti e responsabilità sulle spalle del giovane Samuel Dilas.

Davide Bonacini: “Sappiamo quanto sia importante per Forlì questo incontro e abbiamo bisogno di riscattarci. La Fortitudo, anche se ha appena festeggiato la promozione in Serie A, non verrà certo qui per fare una passeggiata. Questo è un match che può essere un’arma a doppio taglio, da un lato loro scenderanno in campo giocandosela ma saranno più tranquilli, dall’altro per noi c’è la pressione e tanta voglia di fare bene. Con Bologna finisce un ciclo terribile. Adesso rimangono due colpi in canna che non possiamo assolutamente sbagliare“.

Out Giacomo Sgorbati, in settimana ha parlato Marco Carraretto general manager bolognese: “Il pensiero al futuro, inevitabilmente, c’è già ma vogliamo onorare al meglio gli impegni che ancora mancano per chiudere questa stagione. Ci siamo goduti per un paio di giorni la gioia per questo risultato così importante raggiunto con largo anticipo. Quest’anno abbiamo fatto un buon lavoro ed è giusto anche fermarsi per riorganizzare le idee per il prossimo anno e cercare di fare il meglio possibile per quella che sarà l’avventura in serie A. Sappiamo che il record di vittorie può ancora essere alla nostra portata e cercheremo di ottenerlo. Inutile negarlo: siamo felici e credo si possa dire che ci siamo meritati e ci stiamo meritando tutti questa grande gioia”.

Match Sponsor Salaroli, le pause della partita saranno animate dalle Unieuro Cheer. Le squadre saranno accompagnate in campo dai giovani della squadre One Team che hanno partecipato al torneo ‘Basket for Children’. Coreografia speciale sugli spalti con l’Unieuro Arena vestita di biancorosso.

Le altre partite. Domenica ore 18,00: XL Extralight Montegranaro-Pompea Mantova, Bakery Piacenza-G.S.A. Udine, Bondi Ferrara-Assigeco Piacenza, Cimorosi Roseto-Tezenis Verona, Termoforgia Jesi-Hertz Cagliari, Baltur Cento-Le Naturelle Imola Basket. Domenica ore 20,00: OraSì Ravenna-De’ Longhi Treviso.

Classifica. Lavoropiù Fortitudo Bologna 48, De’ Longhi Treviso 42, XL Extralight Montegranaro 42, Tezenis Verona 36, G.S.A. Udine 32, Unieuro Forlì 28, Pompea Mantova 26, Cimorosi Roseto 26, OraSì Ravenna 24, Le Naturelle Imola Basket 24, Assigeco Piacenza 22, Bondi Ferrara 20, Hertz Cagliari 18, Termoforgia Jesi 16, Bakery Piacenza 14, Baltur Cento 14.

Riccardo Fantini