Ravaioli (FS): “Forlì Bene Comune rappresenta la più becera logica gattopardesca”

0
Letture: 683

Riteniamo imbarazzanti e gravemente offensive le dichiarazioni a latere della presentazione di una pseudo lista civica, quella che fu “Un progetto per la città” e ora ridefinitasi “Forlì Bene Comune”, a sostegno di un candidato scelto e voluto dal PD.
Una figura quella di Calderoni che, esattamente come gli ex assessori di cui si compone la suddetta lista, rappresenta la più becera e imbarazzante logica gattopardesca, di chi cambia faccia per non cambiare nulla allo scopo di mantenere il potere” attacca Marco Ravaioli candidato sindaco della lista Forlì SiCura.

Che coraggio per i soliti soldatini di partito (Mosconi, Cichocki, ecc.) nascondersi dietro il paravento di un “…progetto civico che vuole coinvolgere il mondo del bene comune…”. Che coraggio passare da destra a sinistra per ottenere qualche poltrona. È tuttavia necessario che i cittadini sappiano come questi personaggi si adoperano per “fare politica” e a quali principi gli stessi si ispirano evocando “il bene comune” continua Ravaioli.

Il “bene comune”, in questa triste vicenda dal sapore di prima repubblica, diventa invece “bene privato”, e svela gli interessi, malcelati, che i membri della lista rappresentano.
Le dichiarazioni sulla rottura del nostro rapporto con la lista dei cd. “EX Assessori pro inceneritore” sono pertanto patetiche e false. A riprova di ciò alleghiamo qui sotto una mail in cui il presunto leader dettava le condizioni di adesione, pretendendo una sottoscrizione vincolante in calce alla stessa mail. Pur aperti ad esperienze, professionalità ed impegno che possano contribuire a migliorare questa città, abbiamo preso immediatamente le distanze dalle pretese degli ex” chiosa il candidato sindaco di Forlì Sicura.

La nostra morale civica ci impone di stare fuori da queste logiche di spartizione del potere. Il cinismo politico di questi personaggi, dettato dall’esperienza di chi ha fatto del trasformismo una propria peculiare capacità, lo lasciamo volentieri al PD
Forlì SiCura insieme ad Italia in Comune è l’unica realtà lontana dai classici partiti e si propone alla città come unico soggetto innovativo, formato da persone comuni che hanno realmente a cura gli interessi dei cittadini. Ci sono principi inviolabili e sacri a cui ogni uomo dovrebbe attenersi. La fratellanza, la lealtà, l’onestà. Esistono poi principi negativi che possono anche diventare patologici, una sorta di ombra che nasconde la doppia morale di chi si trasforma per interessi, evocando ipocriti principi del “bene Comune”. Stessa linea del Centro destra con un candidato, pseudo civico, schiavo di partiti estremisti e senza scrupoli” ha concluso Ravaioli.
Per visualizzare l’immagine qui sotto con una migliore definizione cliccarci sopra.