Fanzinoteca d'Italia

Il Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2 presenta una serie di aperture straordinarie della sede fanzinotecaria a partire dalla Giornata delle Terra/Earth Day 2019 che propone, per l’occasione, l’iniziativa di sensibilizzazione dal titolo “Earth for Comics – Comics for Earth / Terra per i Fumetti – Fumetti per la Terra”, ovvero la Terra è di tutti, i fumetti anche, un’esposizione da visionare e partecipare a partire da oggi, con un incontro nello stesso giorno. Una mostra di fumetti, allestita dal 22 al 30 aprile, a libera consultazione, con uno specifico percorso didattico per testimoniare come la produzione fumettistica sia in grado di allinearsi perfettamente al concetto di “Terra”. Per l’occasione saranno esposti molti albi fumettistici dove il tema terra/ambiente/ecologia sono presenti e, ancora di più, resi vivi per il lettore.

Dalla testata Topolino molti spunti di riflessione, dimostrazione come il fumetto possa scendere in campo anche per problematiche sociali/ambientali molto forti. L’importanza di questa esposizione fumettistica, formata da svariati fumetti con molti personaggi a fare da “portabandiera”, da Topolino a Lupo Alberto, da Braccio di Ferro a Soldino, dalle Sturmtruppen con i loro 50 anni a personaggi più datati come quelli del Corriere dei Piccoli e tanti altre testate. La proposta per il pubblico rappresenta non solo il grande valore socio-culturale che il media fumettistico riveste ma, anche, la condivisione di un obiettivo per promuovere la formazione di una nuova coscienza ambientale per mezzo dello scambio culturale, il confronto sui temi ambientali del mondo, inclusi i fumetti. Filo conduttore per la cultura della “Nona Arte”, come quella fumettistica, è l’amore per l’arte, per la comunicazione, per il linguaggio chiaro e pulito, come chiara e pulita dovrebbe essere la nostra Terra. Tanti i fumetti in esposizione per questa manifestazione, provenienti da ogni ambito, grazie agli oltre 11.000 documenti fumettistici contenuti presso la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”.

Questa atipica struttura con l’unico archivio di auto-edizioni fanzinare costituisce la prima ed unica più importante raccolta a livello nazionale di prodotti auto-editi, le fanzine. Per il pubblico, fino ad esaurimento, fumetti in omaggio.
Una occasione di conoscenza e comprensione delle realizzazioni fanzinare che abbracciano l’intero pianeta, un momento da condividere insieme, per sensibilizzare le persone alla tutela e benessere del Pianeta, valore molto vicino all’aspetto fanzinaro, ma non solamente nel momento di celebrazione della nostra Terra, anche oltre, giorno dopo giorno: Earth Day, Every Day. Questa iniziativa prende corpo dall’impegno che si porta avanti supportato dalla consapevolezza dei valori sociali e ambientali, grazie alla collaborazione della Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” e del Comitato di Quartiere Ca’Ossi ed entra a far parte del più importante momento di celebrazione della nostra Terra. La Terra è di tutti, soprattutto il 22 Aprile, Earth Day Italia vuole creare una rete di persone, associazioni, realtà di ogni tipo con cui condividere l’obiettivo di promuovere la formazione di una nuova coscienza ambientale. Per questo qualsiasi idea, progetto, manifestazione da condividere insieme è più che ben accetto. Anche nel 2019 la Giornata Mondiale della Terra sarà celebrata con numerose iniziative in tutta la Penisola per sensibilizzare quante più persone possibile alla tutela del Pianeta! L’Earth Day – Giornata della Terra, è il più potente strumento di richiamo alla tutela del Pianeta in tutte le culture per tutte le generazioni, ogni anno vede la partecipazione, nei 193 Paesi delle Nazioni Unite, da parte di un miliardo di cittadini attraverso 22mila organizzazioni, Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2 ne è parte. Si tratta della più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia, immancabilmente, come sempre, l’attività fanzinotecaria è in prima linea per promuovere la sensibilizzazione alle problematiche sociali ed ambientali, questa iniziativa prende corpo dall’impegno che si porta avanti da anni, ben supportato dalla consapevolezza dei reali valori sociali.

Il 2019 è il decimo anno di frenetica attività fanzinotecaria, un traguardo non da poco, considerando l’unicità di questa realtà oltre alla forza economica investita solamente dalla associazione e dagli stessi volontari. Un risultato, quindi, di cui essere ben fieri ma, al tempo stesso, anche un punto di partenza. Non è che l’inizio, perché 10 anni di immancabile successo significano la certezza che questa unica realtà può soltanto crescere ancora. Quando nel 2010 fu inaugurata la prima, ed unica, Fanzinoteca d’Italia 0.2 era difficile immaginare che sarebbe diventato uno dei più importanti luoghi del panorama per la “Cultura non ufficiale” e la “Educazione non formale” italiana. Dall’inizio ad oggi la sede fanzinotecaria si è conquistata un’attenzione particolare, più a livello nazionale ed internazionale che locale, da parte del grande pubblico e degli addetti ai lavori per l’importante ruolo nazionale che è in grado si svolgere nella promozione della cultura alternativa. Sempre più attiva e dinamica la “Biblioteca delle fanzine” presenta la “vera” passione del popolo, ed è l’unico punto di riferimento nazionale, supportato da conoscenze e professionalità esclusive, grazie ad uno Staff di valido personale. La struttura, come valida rete di iniziative socio-culturali, si propone di unire momenti di svago con momenti di confronto pubblico allo scopo di dare risalto e valorizzare le risorse creative, culturali e sociali presenti sul territorio. Per informazioni dettagliatamente sulle iniziative e-mail fanzinoteca@fanzineitaliane.it e www.fanzinoteca.it.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFiorini (ApF) critica aspramente il decreto sicurezza
Articolo successivoLa Poderi dal Nespoli festeggia la Pasqua con uno Sweep, una doppia vittoria contro il Collecchio
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.