edilizia

Nel territorio Romagna (Forlì-Cesena e Rimini), al 31 dicembre 2018, si contano 10.425 imprese attive del settore delle costruzioni, pari al 14,6% del totale (16,2% in Emilia-Romagna e 14,3% in Italia), in diminuzione dello 0,9% rispetto al 31 dicembre 2017 (-1,1% a livello regionale e -0,7% a livello nazionale); l’80,7% delle imprese attive edili sono artigiane. Gli addetti delle costruzioni rappresentano il 9,3% del totale degli addetti; in Romagna, inoltre, si concentra il 18,0% degli addetti regionali del settore.
Il valore aggiunto prodotto dalle costruzioni costituisce il 4,6% del valore aggiunto totale del territorio Romagna e il 15,6% di quello edile regionale.

Dall’indagine congiunturale di Unioncamere Emilia-Romagna risulta, inoltre, che nel 2018 il fatturato del settore nel suo complesso incrementa, rispetto al 2017, del 3,5%.
Secondo i dati forniti dalle Casse Edili operanti nelle province di Forlì-Cesena e Rimini, nel 2018 l’occupazione nel relativo settore nel territorio Romagna è risultata in calo (-7,5% nell’annata edile ottobre 2017 – settembre 2018 rispetto alla precedente); aumentano, al contrario, le ore lavorate (+0,6% rispetto al periodo precedente).

In provincia di Forlì-Cesena, al 31 dicembre 2018, si contano 5.559 imprese attive del settore delle costruzioni, pari al 15,1% del totale (16,2% in Emilia-Romagna e 14,3% in Italia), in diminuzione dell’1,2% rispetto al 31 dicembre 2017 (-1,1% a livello regionale e -0,7% a livello nazionale); l’81,6% delle imprese attive edili sono artigiane. Le imprese dedite ai “lavori di costruzione specializzati” (75,0% delle imprese attive del settore) risultano in lieve calo (-0,5%) così come sono in flessione quelle operanti nella “costruzione di edifici” (23,7%, -3,8%); in aumento invece le imprese attive di “ingegneria civile” (1,3% sul totale settoriale, +2,7%). Gli addetti delle costruzioni rappresentano il 10,4% del totale degli addetti; in provincia, inoltre, si concentra il 10,4% degli addetti regionali del settore.
Il valore aggiunto prodotto dalle costruzioni costituisce il 5,0% del valore aggiunto totale provinciale e il 9,4% di quello edile regionale.

Dall’indagine congiunturale di Unioncamere Emilia-Romagna risulta, inoltre, che nel 2018 il fatturato del settore nel suo complesso incrementa, rispetto al 2017, del 4,8%.
Secondo l’Osservatorio del mercato immobiliare nella provincia di Forlì-Cesena l’anno 2017 ha fatto registrare un incremento annuo dell’8,9% (su scala regionale +4,2%) in termini di numerosità di contrattazioni; per quanto riguarda l’aspetto economico, invece, le quotazioni registrano una variazione percentuale negativa del -1,22%.