Villa-Serena

Proseguono gli appuntamenti con i percorsi di aggiornamento professionale medico curati dagli specialisti di Ospedali Privati Forlì, che intende contribuire alla promozione della cultura della salute e della prevenzione sul territorio.
Sabato 13 aprile, dalle ore 9,00 a Forlì, nella sala conferenze dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Forlì-Cesena in viale Italia 153, è in programma un convegno dedicato all’urologia e, nello specifico, alla diagnosi precoce delle neoplasie della prostata; a parlarne saranno urologi, radiologi e oncologi provenienti da varie strutture sanitarie nazionali, tra cui l’Irst Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la cura dei Tumori, che collabora all’iniziativa.

Responsabile scientifico del convegno è  Teo Zenico, specialista in urologia con oltre quarant’anni di esperienza in strutture sanitarie pubbliche e private dell’Emilia Romagna e oggi nello staff di Ospedali Privati Forlì. Al centro dell’incontro, il carcinoma prostatico, la cui incidenza è oggi in progressivo aumento anche in Italia, coinvolgendo soprattutto gli uomini sopra i 50 anni. Si parlerà dell’importanza di una diagnosi precoce e delle novità in termini di dotazioni tecnologiche, come la risonanza magnetica multiparametrica (RMmp), in grado di stabilire aggressività ed estensione del carcinoma in maniera non invasiva, utilizzando la radiofrequenza; e la fusion biopsy, che grazie all’utilizzo di ecografi 3D e software appositi consente, rispetto alla biopsia ecoguidata standard, la riduzione di prelievi prostatici, di casi falsi-negativi e delle più comuni complicanze da biopsia transrettale.
La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a medici, chirurghi, ma anche farmacisti, infermieri e tecnici sanitari di radiologia; per tutti loro, consente di ottenere 4 crediti formativi ECM. L’iscrizione sarà consentita anche il giorno del congresso, fino all’esaurimento dei posti disponibili.