Avversari Unieuro ai raggi X: Mantova

0

Due squadre separate da 4 punti in classifica, Mantova si trova all’ottavo posto in piena corsa playoff a quota 26, queste le due formazioni che daranno vita alla sfida del Palabam in cui gli Stings cercheranno punti importanti per assicurarsi la partecipazione agli spareggi promozione. L’avvento di Alessandro Finelli (nella foto) ha portato una sferzata di energia ad una squadra che prima dell’arrivo del coach visto anche a Forlì navigava pericolosamente nei bassifondi della graduatoria. I lombardi hanno a disposizione un roster asciutto: dalla panchina escono pochissimi giocatori e molte delle fortune dei ragazzi alabardati sono da ricercarsi nell’impatto che il quintetto base ha sulle partite.

Rain Veideman e Anthony Morse i due stranieri a cui sono affidate le chiavi dell’attacco e che giocheranno il primo in posizione di guardia e il secondo sotto le plance dovranno dare solidità ed esperienza durante la gara ai compagni; il loro impatto offensivo è più che discreto, il lungo va molto bene anche a rimbalzo e non disegna di applicarsi in difesa.

Luca Vencato e Tommaso Raspino completano il reparto esterni dello starting five mantovano, l’uno in regia l’altro in alla piccola saranno due innesti fondamentali per trascinare i compagni alla conquista dei due punti visto che durante la gara d’andata il regista era assente per infortunio e l’ex Biella giocò una partita scialba. A fare compagnia nel pitturato al centro americano Morse sarà l’italo-argentino Mario Ghersetti. Sulle tavole del Palafiera l’ex Vigevano giocò una partita di sostanza e se Mantova si riavvicinò pericolosamente mettendo paura a Forlì fu anche grazie al suo apporto: giocatore esperto e ruvido, insomma uno di quei personaggi da tenere costantemente in naftalina per Forlì.

Dalla panchina escono Nika Metreveli, arrivato dal mercato invernale, che ha debuttato nella categoria con la maglia dei Crabs Rimini e dopo aver girato in lungo e in largo per la penisola si è accasato a Mantova per rinforzare la squadra bisognosa: toccherà a lui aiutare Ghersetti e Morse nella difesa dell’anello. Riccardo Visconti fu l’indiscusso mattatore della partita di andata. In sede di presentazione il suo allenatore l’aveva descritto come la probabile sorpresa stagionale mantovana e lui per tutta risposta mise a segno 25 punti tenendo in piedi, insieme coi suoi lunghi, le speranze di vittoria lombarde in Romagna portando i suoi fino al supplementare. A fine partita sporcò un po’ la sua prestazione con alcuni errori dovuti anche alla stanchezza. Completano le rotazioni i giovani GuerraPoggi e Lorenzo Maspero, quest’ultimo a Forlì partì in quintetto, complice l’infortunio di Vencato e giocò 31 minuti, che danno respiro ai compagni maggiormente utilizzati.

La partita di domenica al Palabam nasconderà sicuramente insidie importanti, l’Unieuro dovrà evitare soprattutto ulteriori inghippi fisici in vista dei playoff.

CONDIVIDI
Articolo precedenteForlì Airport: "Fasi conclusive per il totale ripristino dell’aeroporto Ridolfi"
Articolo successivoIl belvedere del Giardino Pio
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!