Basket Imola Forli

L’ultima giornata di stagione regolare mette a confronto, come spesso accade in questo periodo, squadre che attraversano momenti di forma differenti e si giocano quasi niente o tutto. La squadra della città bagnata dal Santerno arriva a Forlì in cerca della qualificazione playoff da raggiungere in extremis a discapito di Ravenna; le due squadre sono appaiate a quota 24 con i leoni bizantini padroni del proprio destino grazie al vantaggio negli scontri diretti (2-0): Robert Fultz e compagni dovranno cercare di vincere a Forlì e attendere buone notizie.

D’altro canto l’Unieuro non ha nulla da chiedere all’ultima di stagione regolare se non una vittoria che potrebbe, perchè ottenuta in un derby, riaccendere l’affetto dei tifosi nei confronti della squadra. Bonacini e compagni dovranno anche cercare di vendicare la sconfitta dell’andata evitando si subire il secondo 0 a 2 stagionale. Tim Bowers, che giocherà in posizione di guardia a fianco del già citato Fultz, compone insieme con B.j. Raymond la coppia di americani imolese.

La squadra del presidente Domenicali poggia molte delle sue residue speranze di playoff sull’impatto che i due Usa avranno sulla gara. L’ex Nicholas Crow torna a Forlì, l’ultima volta l’aveva fatto con la maglia di Scafati, e siamo pronti a scommettere che vorrà ben figurare davanti ai suoi ex tifosi che non lo hanno mai preso in simpatia e non mancheranno di farglielo notare anche sabato sera. Nella partita di andata il riminese non giocò una grande partita anche perché rientrava da un infortunio.

A difendere il ferro ospite sarà Alessandro Simioni che a Faenza durante la partita di andata giocò una gara di sostanza mettendo più volte in difficoltà i pari ruolo forlivesi. A dare respiro al giovane ex Trieste, Emanuele Rossi, esperto ed arcigno giocatore il cui apporto non risalta mai nelle statistiche di una gara, ma risulta fondamentale per la vittoria dei suoi. A completare le rotazioni di una squadra corta saranno Marco Montanari, ex Fortitudo Bologna e il giovane Mattia Magrini. Soprattutto il secondo nella partita di andata ebbe molto spazio che riuscì a sfruttare facendo ripetutamente male alla difesa Unieuro, soprattutto dalla distanza.

La partita di sabato sera manderà finalmente in archivio la stagione regolare e al 40′ minuto prenderà forma la griglia dei playoff che determineranno la terza promozione di quest’anno. Imola dopo la partita saprà se dovrà ritenere chiusa una stagione positiva vista la salvezza conquistata o se dovrà partecipare al gran ballo. Forlì, che potrebbe volere vendicare la sconfitta patita nel giorno della Befana, scoprirà al 40′ il nome del suo avversario negli ottavi di finale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDal Canada alla scoperta della cucina domestica a Casa Artusi
Articolo successivoIl TAAF: "Non approvare il PUMS è stato un grave errore dell'Amministrazione"
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!