Accordo tra Regione e Comuni per interscambio dati sui contrassegni per invalidi

0

Il Comune di Forlì con delibera della Giunta comunale del 16 aprile, ha approvato il Protocollo d’intesa con la Regione Emilia-Romagna e gli altri Comuni della regione con popolazione superiore a 50.000 abitanti per la realizzazione di una piattaforma informatica che consenta di poter condividere automaticamente i numeri di targa associati ai Contrassegni Invalidi registrate nelle varie liste bianche delle ZTL cittadine, al fine di agevolare la mobilità delle persone diversamente abili a facilitarli negli accessi alle ZTL di ogni singolo comune dotato di sistemi di controllo elettronico degli accessi.

Il progetto seguito dall’assessorato alla Mobilità del Comune con il supporto operativo di Forlì Mobilità Integrata srl, società della mobilità del Comune, consentirà, ad esempio, alle persone disabili il cui veicolo è registrato all’accesso della ZTL di Forlì di poter accedere alla ZTL di Bologna e in atri Comuni firmatari dell’accordo, senza dover dichiarare la targa con cui è entrato, se il veicolo utilizzato è lo stesso che è stato registrato a Forlì. Il sistema di interscambio consentirà in tempo reale, una volta rilevata la targa del veicolo sul varco ZTL, di verificare che la stessa sia associata ad un “pass disabile”, e pertanto verrà scartata all’istante riconoscendola come autorizzata, sia che il disabile entri a Ravenna, a Cesena o a Bologna per fare alcuni esempi. Attualmente, al contrario, il titolare di permesso per accedere alle ZTL dei Comuni della Regione ogni volta deve comunicare la targa del mezzo con cui effettua l’accesso, con un dispendio di tempo e burocrazia per ottemperare alle richieste di inserimento.

Il nuovo sistema eliminerà questa incombenza a carico dell’utente che potrà liberamente entrare nelle ZTL dei comuni della Regione non preoccupandosi più di produrre dichiarazioni su dichiarazioni di accompagnamento all’accesso, quindi il sistema mette in atto una importantissima facilitazione alla mobilità delle persone con difficoltà motoria.
Importante è segnalare che il database informatico sarà valido solo per le targhe che l’utente richiede di inserire al momento di emissione di nuovo pass disabile o rinnovo, diversamente se l’utente utilizza comunque un autoveicolo non inserito nei database del comune di residenza, la comunicazione della targa al momento dell’accesso dovrà comunque essere fatta in quanto il sistema non la può riconoscere.

Il progetto sperimentale potrà essere operativo a partire dal mese di giugno. FMI srl sta verificando la possibilità di poter inserire in questo sistema anche le targhe dei disabili residenti negli altri comuni dell’Unione Comunale della Romagna Forlivese, di cui FMI stessa è stata incaricata per l’emissione.