Roberto Mercadini

Un finale decisamente scoppiettante quello di domenica 10 marzo, sempre alle ore 15,30 al Teatro ex seminario: i Pomeriggi del Bicchiere di quest’anno si concludono infatti con uno degli autori più amati della Romagna, Roberto Mercadini che presenta il suo ultimo libro dal titolo “Storia perfetta dell’errore” (Ed. Rizzoli).

Questo libro nasce dal presupposto che “siamo tutti nati da cose imperfette. Siamo tutti incerti, in equilibrio precario. Qualsiasi bellezza di cui possiamo risplendere è scavata dentro questa fragilità”. Dagli errori genetici, motore dell’evoluzione, a quelli umanissimi che ogni giorno ci fanno cadere, rialzare, perdere e innamorare.
L’autore trova il modo più tenero e delicato per ricordarci che è proprio dal caos e dall’imperfezione che nascono le cose più belle.

Roberto Mercadini è un attore teatrale, monologhista, scrittore o come si definisce lui un “poeta parlante”. Laureato in ingegneria elettronica nel 2015 interrompe il lavoro informatico per dedicarsi esclusivamente all’attività teatrale di monologhista e di poeta che persegue con passione sin dall’adolescenza. Disegna i propri spettacoli con uno schema razionale e il metodo tipico dell’ingegnere. Da sempre interessato al legame fra scrittura e oralità ,è fondatore dell’associazione culturale Mikrà il cui scopo è dichiarare il valore e la bellezza dell’oralità intesa come forma d’arte e come strumento per la condivisione della conoscenza. Con oltre 150 date all’anno porta in giro per la Romagna e per il resto d’Italia i suoi spettacoli di narrazione e monologhi poetici.

Il concerto di chiusura di questa XXII edizione dei “Pomeriggi del Bicchiere” sarà eseguito dalla D.A. Jazz Orchestra, grande ensemble dinamico e disinvolto che ha scelto lo swing ed blues come caratteri distintivi della propria identità. “Dai classici di Duke Ellington al Funk, passando per La carica dei 101”, questo il titolo del concerto in cui i più famosi standard dell’epoca d’oro del jazz saranno proposti dall’intero gruppo e, alternativamente, dagli immancabili assoli dei fiati e della sezione ritmica. La nutrita schiera dei sax è composta da Giulia Amadori, Giacomo Ballani, Manuel Bazzocchi, Marco Giovannini e Lorenzo Raggini, completano l’ensemble Licia Reggi alla tromba e la sezione ritmica con Paolo Iaia e Diego Ciccioni alla chitarra, Fabrizio Fabiani al basso e, motore trainante, Matteo Vignoli alla batteria.
Il gruppo è nato e cresciuto all’interno della Scuola Musicale Dante Alighieri di Bertinoro (ecco perché la sigla D.A.) ed è composto da ex studenti ed alcuni docenti, ognuno ormai lanciato nella propria personale carriera, ma che si ritrovano regolarmente col comune denominatore di una gran voglia di fare squadra e di realizzare ottima musica insieme.

A concludere il pomeriggio, l’assaggio degli ottimi vini di Bertinoro e della grande gastronomia locale. A proporci alcuni dei loro prodotti in degustazione saranno la cantina Vini Bissoni che da quasi trent’anni si concentra sulla produzione di uve nel pieno rispetto dei cicli naturali e dell’ambiente e che dal 2016 ha ottenuto la certificazione “Biologica”, e l’Osteria Perbacco, accogliente locale a gestione familiare che abbina piatti della tradizione romagnola a deliziose ricette particolari.