porta doccia

In commercio esistono tantissimi modelli di porte doccia, come su Bagno Italia,  al punto tale che spesso diventa difficile fare una scelta. Per orientarsi alla perfezione, è bene capire quali siano quelle più adatte al tipo di bagno che si ha a disposizione. Tra i fattori che possono determinare tale scelta troviamo dimensioni e materiali, necessità dal punto di vista stilistico, ovviamente il rapporto tra qualità e prezzo. In primis, però, è necessario considerare il sistema di apertura: quali porte doccia scegliere?

Le porte doccia scorrevoli

Si tratta della soluzione più adatta per tutti quei bagni che presentano dimensioni molto contenute. Una scelta perfetta per provare a ottimizzare lo spazio di cui si dispone. Inoltre, le porte doccia scorrevoli vengono spesso suggerite per installazioni a filo pavimento. I vantaggi sono svariati, tra cui il fatto che l’acqua non riesce a penetrare verso l’esterno, senza dimenticare come presentino un’apertura che occupa poco spazio e una notevole ermeticità. Tra gli svantaggi, invece, troviamo il fatto che è un po’ complicato riuscire a pulire con precisione le rotelle sui binari e i punti in cui i profili si sovrappongono.

Le porte doccia a battente

Il modello a battente presenta subito un grande vantaggio: è senz’altro quello più facile da pulire. Anche dal punto di vista estetico, l’impatto immediato è molto interessante, nonostante poi ci sia anche il telaio ad occupare un po’ di spazio, riducendo di fatto l’apertura. Rispetto alle porte doccia scorrevoli, questa tipologia potrebbe dover fare i conti con un rischio più elevato di subire fuoriuscite d’acqua, specialmente nel caso in cui venga omesso l’inserimento del telaio inferiore.

Le porte doccia a soffietto

Questo tipo di porte viene realizzato in un gran numero di materiali e permette di poter sfruttare un accesso frontale all’ambiente doccia. Gran parte dei modelli più venduti in commercio presentano anche delle maniglie, in modo tale da facilitare l’ingresso e hanno spesso una chiusura magnetica, molto comoda. Un altro elemento che può variare in base al modello che viene scelto è certamente il tipo di apertura. Tra gli aspetti a cui prestare la massima attenzione nella fase di scelta precedente all’acquisto troviamo certamente l’estensibilità e la reversibilità.

Le porte doccia a nicchia

Nel momento in cui il bagno è di ridotte dimensioni e si cerca una soluzione per salvaguardare più spazio possibile, una delle soluzioni più di tendenza al momento corrisponde sicuramente alla porta doccia a nicchia. Si tratta di un modello che offre proprio la possibilità di risparmiare spazio, ma al contempo garantisce un design molto moderno ed efficace. La porta doccia a nicchia è una soluzione che ha sempre maggiore considerazione nei bagni dallo stile contemporaneo. La porta doccia in nicchia è quella che si presenta chiusa su ben tre lati dal muro, mentre sul quarto lato, quello in cui si può accedere, sono presenti delle porte oppure delle pareti trasparenti. Così, sul mercato si possono trovare tantissimi modelli differenti. Porte con ante a battente, oppure soffietto a libro, ma anche porte scorrevoli. Inoltre, c’è sempre la soluzione di crearle su misura per chi ha esigenze di spazio particolari.