Grande soddisfazione in casa Forlì Nuoto alla conclusione delle finali del campionato regionale F.I.N. Vasca Corta, svoltosi a Forlì nelle giornate 23-24 febbraio, 2 e 3 marzo, quale risultato di questa prima parte di stagione. I piazzamenti conseguiti dagli atleti sono molto positivi, e anche la statistica lo dice: su 30 atleti partecipanti alla competizione regionale ben 22 di loro hanno centrato l’obiettivo della qualificazione alla fase finale, aggiudicandosi complessivamente ben 16 medaglie (di cui 7 d’oro, 5 d’argento e 4 di bronzo).

Il significato sportivo dice molto altro ancora, infatti grazie anche al duro e costante lavoro svolto sia in acqua che a secco ed alle preziose sinergie instaurate con le strutture “Lotofit” e “Villa delle Orchidee”, ha consentito agli atleti di “Categoria” (dai 14 anni in su per i ragazzi e dai 13 in su per le ragazze) il raggiungimento di traguardi specifici e di squadra mai raggiunti fino ad ora.

Fra questi obiettivi raggiunti troviamo: decimo posto nella classifica regionale a squadre; 11 pass conquistati per i Criteria Giovanili di Riccione, tra cui anche la staffetta 4×100 stile libero cat. Cadetti femmine e 6 atleti coinvolti nella più importante manifestazione nazionale a livello giovanile. Tale evidenza premia sia il lavoro sia l’impegno di tecnici e atleti, riuscendo così a suggellare la prima parte di stagione con giustificata soddisfazione.
Anche in merito al medagliere conseguito, i risultati ottenuti sono di tutto rispetto: Luca Bravaccini, classe 2005, è sicuramente colui che ha portato maggior lustro alla squadra, grazie ai cinque ori (50, 100, 200 stile 200 misti e 100 farfalla) e un bronzo (400 stile); per le donne, Beatrice Siboni vince e convince nei 50 e 100 dorso (28”37 / 1’02”41) mentre Gaia Bravaccini con tre argenti e due bronzi ha dimostrato un ottimo stato di forma, da sottolineare il 57”48 con cui ha aperto la staffetta 4×100 stile cat. Senior, che ha portato il Forlì Nuoto ad uno storico argento (con lei, Babini, Siboni e Lugnoli).

La società G.S. Forlì Nuoto sostiene da tempo che nulla è dovuto al caso, infatti solo applicandosi con un lavoro di costruzione tecnico-sportiva e fisica, svolto costantemente sugli atleti già da quando appartengono, per età, alle categorie inferiori (esordienti), è possibile accompagnarli a questi risultati. Ma ora si gira pagina ed in casa Forlì Nuoto si è già concentrati sui prossimi obiettivi e traguardi da raggiungere nella seconda parte di stagione, ricercando nuove mete e altre soddisfazioni.