testamento-biologico firma

La legge sul Testamento Biologico attende ancora i decreti del Ministero della Salute, la legge sull’Eutanasia Legale procede a rilento il suo percorso. Nonostante la Corte costituzionale abbia concesso 11 mesi al Parlamento per una legge che colmi il “vuoto di tutele costituzionali” per le persone maggiorenni, capaci di intendere e volere, con patologie irreversibili e portatrici di gravi sofferenze che formulano la richiesta di aiuto ad interrompere le proprie sofferenze, oltre 4 mesi dopo quell’ordinanza il Parlamento non ha dedicato più di tre ore al dibattito alla legge sulla legalizzazione dell’eutanasia.

Per questo, il circolo UAAR Forlì-Cesena (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) aderisce alla mobilitazione nazionale per la discussione della legge sull’Eutanasia Legale indetta dall’Associazione Luca Coscioni con il supporto di Radicali Italiani, UAAR e Chiesa Pastafariana Italiana per il 22, 23 e 24 marzo.
Sabato 23 marzo, dalle ore 16,00 alle 19,00, i volontari UAAR saranno presenti con un tavolo informativo in via delle Torri 3, angolo piazza Saffi a Forlì, per sensibilizzare i cittadini e raccogliere firme per la rapida discussione della legge sull’Eutanasia Legale.

“Nonostante la larga maggioranza dei cittadini italiani sia favorevole a una legge sull’eutanasia, la politica ancora non si muove per riconoscere il diritto alla libertà di scelta sul fine vita, è quindi giunto il momento di prendere posizione e, per questo, chiediamo ai Parlamentari locali, ai candidati sindaci alle prossime elezioni amministrative e alle forze politiche di esporsi su questo tema dichiarando esplicitamente se stanno dalla parte dei cittadini o meno!” concludono i referenti dell’UAAR FC.