Cento-foto-Fabio-Pozzato

A San Lazzaro va in scena sabato sera (palla a due alle 21,00 arbitrano Bartoli, D’Amato, Callea) un derby bollente, con i padroni di casa a caccia di punti salvezza dopo il restyling alla rosa e Forlì che – calendario alla mano – deve riprendere la corsa in vista di un finale di regular season tutt’altro che agevole. Sullo sfondo la rivalità tra le due tifoserie, che accenderà il clima del PalaSavena in una serata chiave per le sorti di entrambe le squadre.

Forlì conta nel recupero-lampo di Marini, le cui condizioni fisiche dopo l’infortunio all’inguine di due settimane fa restano tuttavia da verificare. I biancorossi hanno sfruttato la pausa dedicata alle final Eight di Coppa Italia per affinare la condizione fisica e perfezionare l’inserimento di Dane DiLiegro nei meccanismi tattici: per la volata finale del campionato (mancano sette giornate compresa Cento) coach Valli vuole il gruppo al massimo dei giri.
Di fronte i romagnoli troveranno una Baltur Cento “costretta” a vincere e forte – per la prima volta in stagione – di un roster interamente a disposizione di coach Luca Bechi. Prima insieme per James White, al rientro dall’infortunio che lo ha tenuto fermo ai box dal 30 dicembre – e Tyshawn Taylor, guardia statunitense inserita a metà febbraio in sostituzione di Keddrick Mays.

Luca Bechi coach di Cento spiega: “Andiamo ad affrontare Forlì a testa alta. Abbiamo sicuramente ancora tanto da migliorare, ma la fiducia si acquisisce anche vincendo: ed è la vittoria che ci manca e che dobbiamo raggiungere. Il campionato non è finito. Stiamo crescendo per lo sprint finale“.
James White aggiunge: “Ora sto bene. La nostra squadra ha faticato perché è stato difficile trovare un diverso tipo di gioco, durante la mia assenza. Io posso solo fare del mio meglio: e spero che tutto quello che io potrò dare possa servire alla nostra squadra. Sono sicuro che tutto il lavoro fatto dal nuovo coach negli ultimi tempi, possa portare i suoi frutti, se ci crediamo tutti. Il nostro compito è sempre quello di crederci: Forlì è una squadra forte con un bravo coach e buoni giocatori, ma con tutto il rispetto, non sono i Chicago Bulls del 1996… noi abbiamo possibilità per vincere ogni partita, dobbiamo solamente restare concentrati per tutti i 40 minuti. E questa salvezza non è poi così lontana: possono bastare poche vittorie“.

Alberto Serra assistant coach dell’Unieuro: “Partita molto importante, dovremo essere più arrabbiati e carichi di loro che si giocano quasi un’ultima spiaggia. Dobbiamo essere pronti, solidi, aggressivi dopo il passo falso con Ferrara. Non sarà match tattico ma molto fisico sì, e anche a livello psicologico molto intenso. Speriamo di recuperare Marini, Cento è una squadra difficile da interpretare: per la prima vota i due americani giocheranno insieme, sono entrambi ex Nba, vedremo sabato il loro assetto definitivo, motivo in più per essere concentrati. Avremo delle sorprese, dobbiamo essere pronti a tutto”.
Davide Bonacini fa la sua disamina: “Abbiamo sfruttato la settimana di pausa per ricaricare le batterie, soprattutto mentali, e per inserire ancora meglio Dane nel nostro sistema di gioco. Siamo consapevoli di quanto sia insidiosa la trasferta di Cento: sono nella situazione nostra due anni fa, sappiamo che daranno tutto in campo dal primo all’ultimo minuto e poi tornerà James White. Gara delicata quindi, da affrontare con la massima umiltà e l’impegno fisico, portando rispetto a una squadra cui la classifica non rende giustizia. Però ci teniamo troppo a tornare alla vittoria, anche perché ci aspettiamo tanti tifosi al seguito e vogliamo farli felici”.

Le altre partite. Domenica ore 12,00: De’ Longhi Treviso-Xl Extralight Montegranaro. Domenica ore 18,00: OraSì Ravenna-Lavoropiù Fortitudo Bologna, Bakery Piacenza-Pompea Mantova, Cimorosi Roseto-Le Naturelle Imola, G.S.A. Udine-Termoforgia Jesi, Bondi Ferrara-Tezenis Verona, Hertz Cagliari-Assigeco Piacenza.

Classifica. Bologna 40, Montegranaro 38, Treviso 34, Verona e Udine 28, Forlì 26, Imola e Roseto 22, Ravenna e Mantova 20, Ferrara e Assigeco 18, Cagliari, Jesi e Bakery 14, Cento 12.

Riccardo Fantini