Il convegno internazionale “Io sono adulto”

0
Letture: 212

Nelle giornate di venerdì 8 e sabato 9 marzo si terrà il convegno internazionale “Io sono adulto” organizzato e promosso dal centro studi Erickson sulla disabilità, diritto alla scelta e progetto di vita al Palacongressi di Rimini.

Questo convegno è composto da due plenarie, tre question time, diciotto simposi. Verranno trattati i seguenti temi: formazione e lavoro, disabilità grave, inclusione, tecnologie per l’autonomia, affettività e sessualità, stereotipici e pregiudizi, autodeterminazione, comportamenti problematici, progetti durante e dopo di noi, la bellezza che cura, essere indipendente, progettazione individuale.

Interverranno numerosi esperti di questo ambito tra i quali Andrea Carnevaro professore dell’Università di Bologna e Claudio Imprudente giornalista ed educatore, quest’ultimo sarà intervistato anche dalla nostra REDazione. A questo importante evento parteciperanno gli educatori della Fondazione Opera Don Pippo per rimanere sempre aggiornati sul mondo della disabilità.

Paola Negosanti

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl sindaco Drei all'iniziativa di Milano “I Comuni per l’Europa, 100 piazze per l'Europa”
Articolo successivoA Galeata il sindaco bluffa sulla dignità delle donne
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).