Generazioni-in-Comune

Ecco il Progetto per Fiumana”: a presentarlo è Gianni Flamigni, candidato sindaco della lista civica GenerAzioni in Comune” che per illustrarne i contenuti e aprire il confronto con i cittadini del paese, così da poterlo definire nel dettaglio e accogliere ulteriori spunti, ha organizzato un incontro pubblico per la serata di martedì 16 aprile nell’Area Verde di Fiumana. La proposta, oltre a relazionarsi con i punti dell’intero programma, tiene conto di gran parte delle esigenze da tempo espresse dalla comunità fiumanese e mette in campo soluzioni reali e concrete per la comunità, le infrastrutture esistenti e quelle che dovranno essere realizzate.

Il primo aspetto è una questione di metodo – afferma Gianni Flamigni -. Sono convinto che il modo con cui ci si rapporta fra le persone, con le imprese e le comunità, sia importantissimo rappresenta un valore reale, come i progetti seri, le idee pragmatiche e l’impegno fatto di fiducia e di lavoro. Per questa ragione se verrò eletto Sindaco metterò al centro il rapporto tra l’Amministrazione e le comunità del territorio comunale partendo dall’ascolto dal confronto permanente con le associazioni di volontariato, i gruppi educativi, i punti di riferimento dei territori, dalle scuole alle parrocchie, le realtà sportive e di impegno ambientale”.

In particolare per una realtà importante come Fiumana una proposta è di istituire il “Punto Comune di Fiumana”, un momento stabilito attraverso incontri calendarizzati con cadenza mensile che per tutto il corso del mandato vedrà Sindaco, componenti della Giunta e Consiglieri presenti in paese per ragionare insieme ai cittadini e alle rappresentanze civiche. Il “Punto Comune di Fiumana” potrà essere convocato in luoghi differenti e sarà attivato anche per affrontare temi specifici, per confrontarsi su problematicità e per serate di approfondimento.

Un progetto specifico è incentrato sulla educazione e sulla coesione. Si parte dalla scuola. “Per prima cosa mi attaccherò alle costole di chi dovrà eseguire e dovrà finire i lavori di adeguamento sismico nella scuola elementare Anna Frank per riconsegnare la scuola al servizio di Fiumana nel minor tempo possibile. Perché è sulla educazione, sui giovani e sulle famiglie, sulla formazione a tutti i livelli (dall’infanzia al lavoro), sull’associazionismo, sullo sport e sull’ambiente che pensiamo per il futuro di Fiumana”.

Completata l’opera di messa in sicurezza del plesso, cosa importantissima sulla quale molte realtà italiane non investono, sosterremo insieme a famiglie e docenti il progetto di didattica innovativa “Crescere e Vivere a Fiumana”. Le azioni partiranno dall’ecologica con l’obiettivo di “Scuola plastic free” e poi con sperimentazioni per far conoscere il patrimonio produttivo e naturale della vallata: conoscere l’agricoltura, la campagna e la natura; educare all’alimentazione e alla cucina legata alla tradizione e al territorio; conoscere i mestieri. Partendo dalla scuola si proseguirà con la “Comunità educante”, un’alleanza fra genitori, istituzioni e le realtà di Fiumana investendo sulle relazioni del paese anche attraverso i necessari investimenti in strutture che saranno ritenute necessarie per l’aggregazione e per valorizzare lo spirito di comunità.

Terzo progetto: “Sicurezza stradale e Arredo urbano”. Proseguiranno gli interventi di riqualificazione riguardanti soprattutto via Provinciale con sostituzione di elementi d’arredo, messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali che in alcuni casi verranno rialzati anche per limitare la velocità dei veicoli nel centro del paese e la completa sostituzione della pubblica illuminazione con elementi capaci di garantire migliore illuminazione e risparmio energetico. Una riqualificazione interesserà il tratto antistante via Scopeto e sarà ripristinata la pavimentazione in Piazza Pertini.

Un investimento importante riguarderà l’Area Verde di via Berlinguer, principale luogo di aggregazione idoneo all’organizzazione di feste ed eventi sportivi, musicali e culturali, che verrà dotata di un’idonea struttura polifunzionale (da realizzare in adiacenza alla struttura esistente). Oltre alla nuova struttura verranno messe in sicurezza o sostituite giochi e attrezzature per bambini e famiglie con l’attivazione di una connessione internet gratuita wi-fi. La zona interna dell’area verde sarà illuminata, sempre mediante punti luce a basso consumo energetico che aumentare la fruibilità dell’area e la sua sicurezza.

Generazioni in Comune ritiene indispensabile interventi di ripristino dei marciapiedi e di nuove realizzazione, a cominciare dal tratto posto tra via Palazzole e la zona industriale di via Partisani, attualmente inesistente. Solleciteremo e comparteciperemo con l’Amministrazione provinciale, ente preposto alla viabilità sulla strada provinciale fuori dal centro abitato, per progettare e realizzare un percorso ciclo pedonale nel tratto compreso tra Fiumana e San Lorenzo in Noceto, attualmente sprovvisto e ad alto rischio. Sempre alla Provincia chiederemo la realizzazione dell’illuminazione degli imbocchi della circonvallazione a monte e a valle del centro abitato.

In chiave di prevenzione, controllo e potenziamento della sicurezza assegneremo massima priorità e risorse a una rete di videosorveglianza, che sarà valutata in accordo con le Forze dell’Ordine e nell’ambito del Tavolo della Sicurezza di Forlì-Cesena. In questo contesto un valore aggiunto sarà assegnato da azioni di controllo di vicinato, come indicato recentemente dalla Prefettura.
Fiumana sarà fulcro del progetto di turismo sostenibile ed ecologico che verrà strutturato nel territorio anche attraverso la riscoperta e il rilancio della sentieristica esistente, insieme alle associazioni e alle aziende agricole. Asse centrale sarà un percorso pedonale in fregio al fiume Rabbi che ponga in collegamento Fiumana, Trivella e Predappio, valorizzando anche bellezze artistiche e architettoniche, dal borgo antico di Fiumana alla chiesa di Sant’Agostino, con possibilità di strutturare insieme alla Regione uno spazio didattico sulla Biodiversità nell’ex Vivaio Luisa per far conoscere le essenze naturali del territorio.