“Cuore di gatta” di Licia Colò

0

Titolo: Cuore di gatta. Autrice: Licia Colò. Genere: Racconto autobiografico.

Trama: Nel libro la scrittrice racconta della sua vita e del suo rapporto con gli animali, che sono sia parte del suo lavoro, sia una ragione di vita. In particolare parla del suo rapporto con una gattina, Pupina, da cucciola ad adulta. Cercando di carpirne i suoi bisogni e le sue reazioni di fronte agli umori quotidiani; come ad esempio fare le fusa per calmare le tensioni, o correrle incontro quando torna dal lavoro felice di rivederla. La considera una dolce compagna ed un modo per tirare fuori il meglio di se stessa, ed è anche un’ottima cura durante la malattia che subisce l’autrice. E poi racconta di come, la sola presenza di un gatto, possa essere un aiuto per i piccoli che hanno subito una perdita affettiva. Perchè prendendosene cura esce dal dolore, sentendosi importante e utile per qualcuno.

Perchè ne consigliamo la lettura. Pensiamo che sia un bellissimo libro, scritto con la semplicità e competenza di chi ci fa entrare nel mondo dei gatti e ci fa desiderare, quasi quasi, di averne uno. Ne consigliamo quindi la lettura a tutti; adulti e bambini che vogliono scoprire la dolcezza e l’importanza di avere qualcuno di cui occuparsi.

Note sull’autrice: Licia Colò (Bussolengo, 7 luglio 1962) è conduttrice televisiva, autrice televisiva e scrittrice italiana.

Loretta e Giovanna

CONDIVIDI
Articolo precedenteOsta - Dispensa & Cucina
Articolo successivoRifiuti. Calderoni: "Il vero tema è costruire un distretto del riciclo e del riuso"
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).