luigi-patanè-papa-francesco

Utilizza sofisticati sistemi per dare risposte sulle sicurezza e l’adeguamento sismico. Questo suo know how specializzato la cooperativa forlivese Soles Tech lo ha raccontato a Papa Francesco sabato 16 marzo in udienza in Vaticano, nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario di Confcooperative nazionale. A Roma erano più di 150 i cooperatori di Forlì Cesena ricevuti in udienza dal Santo Padre. La delegazione di Forli Cesena guidata dal presidente di Confcooperative Mauro Neri si è unita agli oltre 900 cooperatori provenienti da tutta Emilia Romagna e a tutta la cooperazione che fa capo a Confcooperative proveniente da tutto il Paese.

Nell’Aula Paolo VI, Papa Francesco ha ascoltato alcune storie di cooperatori che hanno trovato nell’impresa cooperativa uno strumento mutualistico e solidale per ricreare lavoro anche in situazioni di crisi, contribuendo a ridare dignità a persone, famiglie e comunità. E fra queste anche la storia della cooperativa forlivese.

Siamo tornati a incontrare Papa Francesco dopo 4 anni e ancora una volta portiamo a casa parole profonde a cui ispirare la nostra azione a conferma dei nostri valori. Con la particolare soddisfazione di aver raccontato al Pontefice, ancora una volta, come nel 2015, una storia cooperativa del nostro territorio – dichiarano il presidente di Confcooperative Mauro Neri e il direttore Mirco Coriaci – quella di Soles Tech, un caso di workers buyout, ovvero di lavoro ricreato da una crisi aziendale, uno tra i tanti che hanno visto la luce nel territorio forlivese grazie al supporto e all’affiancamento di Confcooperative Forli Cesena”.
Oggi la scommessa degli ex dipendenti di Soles Srl divenuti imprenditori attraverso la creazione della cooperativa Soles Tech, sta consolidando la propria sfida anche a livello nazionale e si appresta a conoscere una prospettiva di ampio sviluppo. Di questo e della nascita della cooperativa ha parlato a Papa Francesco il responsabile commerciale della Soles Tech, l’ingegnere Luigi Patanè (nella foto l’incontro col Papa).