Basket Piacenza - Forli

Vincere per continuare a inseguire uno dei primi 5 posti della classifica che dà diritto ad un primo turno più agevole con l’eventuale bella in casa davanti ai propri tifosi; farlo per continuare ad inseguire il sogno play-off, questi gli obiettivi con i quali le due squadre Unieuro e Assigeco si presentano alla partita di domenica al PalaBanca.
I ragazzi di coach Ceccarelli arrivano dalla vittoria in trasferta in quel di Cagliari e stanno attraversando un momento di forma molto buono.

La guardia Toure’ Murry e il lungo Andy Ogide guidano i compagni in campo e per statistiche; l’Assigeco è una compagine che ha in Matteo Formenti il leader silenzioso e in Gherardo Sabatini un regista oculato che all’occorrenza può trasformarsi in realizzatore. Il quintetto base di coach Ceccarelli è chiuso dall’ex jesino Francesco ikechukwu Ihedioha, quattro capace di allargare il campo e di essere pericoloso in più aspetti del gioco. Dalla panchina escono gli esterni Matteo Piccoli, Lorenzo Turini, Michele Antelli e il nuovo arrivo Stefano Bossi e i lunghi Nikolay Vangelov e Modou Diouf.

La squadra del presidente Curioni basa le sue fortune sull’impatto che il quintetto base ha nelle gare, la produzione offensiva della panchina è deficitaria, e su una più che buona abnegazione difensiva. I ragazzi di Ceccarelli infatti rappresentano il nono attacco di tutto il girone e la sesta difesa.
Domenica per Forlì non sarà una gita in quel di Piacenza ma Oxilia, grande ex della gara, e compagni devono sicuramente trovare continuità per raggiungere l’obiettivo stagionale; ce la faranno?

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'Alternativa per Forlì: "Sull'ambiente è il momento delle scelte, anche a Forlì"
Articolo successivoSanta Sofia. Mario Felice è il candidato sindaco di Potere al Popolo
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!