Musei San Domenico Forlì

La mostra “Le eleganti carte di Antonello Moroni”, curata da Flora Fiorini e Marica Guccini, che aprirà le porte sabato 30 marzo, alle ore 17,00, ai Musei San Domenico di Forlì, presenterà al pubblico i disegni e le stampe di uno dei più interessanti esponenti della grafica italiana d’inizio Novecento: lo xilografo Antonello Moroni (Savignano di Romagna, 20 settembre 1889 – Gatteo Mare, 23 settembre 1929).
Tappa conclusiva degli studi avviati nel 2014 da Marica Guccini, l’esposizione rappresenta l’ideale continuazione del progetto di valorizzazione del Fondo Moroni, parte integrante delle Collezioni Civiche conservate presso Palazzo del Merenda, i cui primi risultati sono stati illustrati nel 2016 in occasione della mostra Il solco sottile di Antonello Moroni.

L’intero progetto è stato reso possibile grazie al sostegno di Franco Sami, promotore di una borsa di studio in ricordo della moglie, l’indimenticata storica dell’arte forlivese Mariacristina Gori. Nel quinquennio 2014-2019 Marica Guccini ha avuto modo di studiare in maniera organica il fondo donato nel 1953 dalla vedova di Moroni alla Pinacoteca Civica “Melozzo degli Ambrogi”.
Le ricerche condotte in diversi archivi e istituti italiani, già concretizzate nell’edizione della prima monografia dedicata all’artista Il solco sottile. Antonello Moroni: artista, xilografo, decoratore del libro, hanno permesso di riscoprire la figura dello xilografo perlopiù dimenticato dalla critica, ma che si è invece rivelato un importante esponente del movimento di rinascita della xilografia italiana di inizio Novecento.
Durante la prima fase di studio sono inoltre stati rinvenuti sette album riconducibili al Fondo Moroni conservati nella Biblioteca Comunale “Aurelio Saffi” di Forlì. L’importanza qualitativa e quantitativa delle opere conservate in tali album (oltre 660 pezzi tra disegni, bozzetti e stampe dell’artista), hanno reso quindi necessario avviare una seconda fase del progetto di cui oggi si presentano i risultati in vista dell’edizione della seconda monografia dedicata all’artista.

Attivo soprattutto tra Bologna e Firenze, il nome di Antonello Moroni è presente nei cataloghi delle principali mostre italiane ed europee dedicate alla xilografia nel primo trentennio Novecento. Oltre alle stampe d’arte, egli diventa inoltre un raffinato illustratore per l’editoria conteso dalle principali case editrici dell’epoca che gli commissionano illustrazioni e raffinate copertine che saranno visibili in mostra.
All’inaugurazione di sabato 30 marzo saranno presenti, oltre alle curatrici, il Sindaco di Forlì Davide Drei, l’Assessora alla Cultura Elisa Giovannetti, l’Ingegner Franco Sami, sostenitore del progetto di ricerca e promotore della borsa di studio intitolata a “Mariacristina Gori”, e i membri della Commissione che ha verificato la ricerca, formata da esponenti del mondo della cultura che hanno apprezzato in vita Mariacristina Gori per le qualità umane e di valente storica dell’arte.
Orari di apertura dal martedì al venerdì ore 9,30-19,00; sabato, domenica e festivi ore 9,30-20,00. Tariffe d’ingresso. La mostra è inserita nel percorso di visita dei Musei San Domenico e compresa nel biglietto di ingresso dei Musei Civici. Intero: euro 5, ridotto euro 3.