Camera di commercio

Prosegue la rassegna d’Arte nella vetrina Camera di Commercio della Romagna a Forlì collaterale alla mostra “Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini”. Fino all’8 aprile espone Anny Wernert con un omaggio commemorativo ad Aurelio Saffi in cui fissa nei nobili lineamenti l’integrità morale e ideologica del grande protagonista forlivese del Risorgimento e con un olio fortemente realistico di partecipazione totale alla storia italiana con le sue vicende e tragedie storiche.

Di Anny colpisce l’energico tratto espressivo e cromatico, con cui si riavvicina al figurativo dopo un lungo periodo informale, alla ricerca di una sua verità. La pittrice Anny Wernert è artista colta e consapevole del suo tempo, predilige la materia pittorica che stratifica per esprimere colore e brillantezza.

“800 e più: forme d’Arte in vetrina” vuole portare l’arte contemporanea nel centro storico di Forlì, in un momento non facile, come sottolineatura corale all’importante mostra forlivese. Svagarte compie la sorpresa dell’arte portata fuori dai luoghi convenzionali, senza creare divisione tra pubblico di “addetti ai lavori” e pubblico dei passanti. La gente può scoprire le opere d’arte lungo i propri itinerari di passeggio.

L’arte, vissuta sulla pelle, supera le barriere, può arrivare ad incantare anche coloro che non sono abituati a trovarcisi in mezzo. La selezione di opere, in cui il legame con l’ottocento italiano è comune denominatore, riunisce artisti dai percorsi diversi che riflettono sugli innumerevoli significati di quella rappresentatività. Le opere sono visibili dal loggiato della Camera di Commercio, in Corso della Repubblica 5, durante tutto il periodo espositivo.