Urban-Night-Trail-podismo

Lunedì 4 febbraio, in occasione della festa della Madonna del fuoco, patrona di Forlì, si terrà l“Urban Night Trail”, una festa alternativa organizzata dalla Coop.Sociale “Cava Rei” in cui ci sarà una camminata non competitiva di 5 o 12 km da fare in un percorso culturale per stare tutti insieme e mettersi alla prova in un giorno di festa. Il ritrovo sarà alle ore 17,00 presso il Chiostro di San Mercuriale e questa sarà la quinta edizione consecutiva. Le preiscrizioni sono aperte fino a sabato 2 febbraio a Capo Nord, Tocco d’Artista, G.P. Avis Forlì, Bar Stefano e Port Service di Forlimpopoli.

CavaRei rappresenta un progetto, ormai giunto al termine, di ‘smart city green’ – spiegano gli organizzatori di Urban Night Trail -. Invitiamo tutti i nostri amici che parteciperanno alla manifestazione sportiva a visitare la cittadella del buon vivere di via Bazzoli, tutti insieme daremo un piccolo contributo sapendo che è con i singoli mattoni che si costruisce un grande edificio”.

Urban Night Trail è una goccia di CavaRei a cui siamo particolarmente affezionati – ammette Michela Schiavi responsabile crownfounding di CavaRei -. Sin dall’inizio questi ragazzi hanno creduto nel nostro progetto, assicurandoci il loro sostegno quando in via Bazzoli c’era solo un cantiere appena avviato. Anche grazie all’Urban Night Trail, CavaRei si è fatto conoscere a tutta la Città. Siamo molto felici di partecipare anche quest’anno a questa iniziativa che vede il patrocinio del Comune di Forlì e della Diocesi e che si tiene nel giorno più importante della nostra città: la festa della Madonna del Fuoco”.

Questa è quindi un’occasione per riunirsi e confrontarsi nel divertimento con persone coi nostri stessi valori, per festeggiare insieme la Patrona della nostra città. Ai giorni nostri, è una buona idea per spostarsi dagli schermi, guardarsi negli occhi e conoscere le realtà di Forlì. Per maggiori informazioni, visitare la pagina Facebook: www.facebook.com/UrbanNightTrail.

Sara Sartoni

CONDIVIDI
Articolo precedente"Dirthy Dancing" al Teatro Diego Fabbri
Articolo successivoSisma di magnitudo 3.3 sull’Appennino Tosco-Romagnolo
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).