vasche alea

Con due distinti question time che dovranno essere discussi nella seduta del consiglio comunale del 12 febbraio ho chiesto al sindaco di garantire con risorse proprie il servizio di raccolta gratuita a domicilio di erba, foglie, ramaglie e tronchi senza limite alcuno (adesso Alea svolge il ritiro gratuito soltanto per quantità inferiori ai 15 mc) ed ho chiesto anche venga erogato un sostanzioso contributo comunale per ogni famiglia che detenga un animale da compagnia, così da poter acquistare lettiere vegetali/biologiche e poterne conferire il contenuto nell’umido, senza pagare alcunché”: le proposte sono di Fabrizio Ragni, capogruppo comunale e coordinatore di Forza Italia a Forlì che già sulla questione rifiuti aveva chiesto ed ottenuto la “tariffa zero” per i pannoloni ed i pannolini usati.

Due fattori si devono tenere in considerazione per le mie due richieste. La prima è che Hera, l’azienda che prima di Alea era indicata svolgere a Forlì il servizio di raccolta rifiuti a domicilio, continua a tutt’oggi per le località da lei servite a offrire il servizio gratuito di raccolta a domicilio dei rifiuti vegetali: erba, foglie, ramaglie, tronchi, sfalci e potature. E visto che il Comune di Forlì ha più volte proclamato di voler promuovere stili di vita tesi a un minore consumo di materiali ed a una minore produzione di rifiuti e visto che una delle finalità di Alea è il raggiungimento di una percentuale sempre più elevata di raccolta differenziata ed una contestuale riduzione della quantità totale di rifiuti prodotti, riteniamo opportuno che si debba incentivare per l’acquisto di lettiere vegetali per gatti e animali domestici”: insiste Fabrizio Ragni.

Il capogruppo comunale e coordinatore di Forza Italia a Forlì ricorda che: “Molti enti locali, per incentivare le buone prassi e favorire la riduzione dei rifiuti indifferenziati, hanno deciso di erogare un contributo economico per l’acquisto di lettiere vegetali per gatti e animali domestici: solo per citarne uno il Comune di Ferrara che ha messo a disposizione nel 2018 un budget complessivo di 20.000 euro e una cifra simile verrà stanziata per il 2019. Dunque chiediamo che si attivi anche l’amministrazione comunale di Forlì”.

Attualmente, Alea Ambiente accetta per il riciclo i conferimenti delle lettiere per animali domestici soltanto se siano non sintetiche, dunque possono essere stoccate nei bidoni dell’umido soltanto le lettiere vegetali/biologiche, mentre le lettiere se sono sintetiche vanno conferite nel contenitore del “secco non riciclabile” e dunque concorrono ad aumentare il costo tariffario per ogni famiglia.
E visto che Alea è nata anche per ridurre le tariffe ai cittadini chiediamo che si proceda celermente e senza alcun tentennamento verso la realizzazione di tariffa zero anche per la raccolta di tronchi, sfalci e potature e per le lettiere dei nostri amati animali domestici” conclude Fabrizio Ragni.