Fumettoteca-Fanzinoteca-M-illumino-di-meno-2019

M’illumino di Meno, alla sua quindicesima edizione, torna con Caterpillar e Rai Radio2 il 1 marzo 2019 e la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, situata nel Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, dopo l’intitolazione e inaugurazione del 23 febbraio, è pronta per partecipare all’evento. La prima fumettoteca per la Regione Emilia-Romagna, seguendo il percorso avviato negli anni precedenti, si inserisce al sesto anno consecutivo e aderisce alla manifestazione nazionale proponendo, per l’occasione, oltre allo spegnimento di tutti i mezzi elettrici all’interno della sede fumettotecaria, anche la gestione per la realizzazione del terzo numero della testata fanzinara “V’Illumino di Meno”. Come sempre sono ben gradite le adesione da parte di tutti coloro che desiderano partecipare alla realizzazione e, in sintonia con l’ideologia della manifestazione, se hanno la possibilità di farlo, anche essere presenti in sede per lavorare illuminati dalla luce della candela. Evidenziamo la campagna con l’apertura straordinaria al pubblico nel pomeriggio del 1 marzo con ingresso libero e omaggi, fino ad esaurimento, a tutti gli intervenuti.

Ancora una volta la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico, vede il primo marzo la sede fumettotecaria sprofondare nell’oscurità energetica per, giustamente, innalzarsi alla più concreta e tangibile luminosità culturale. Come sempre l’impegno degli appassionati forlivesi non manca, la costanza e volontà di partecipazione è maggiore da edizione ad edizione: “Spegni le luci e accendi il fumetto!”. L’intitolazione ad Alessandro Callegati, grande appassionato di fumetto, è stato un sincero e dovuto riconoscimento in quanto, negli anni ’80, fu un “pioniere” del mondo fumettistico forlivese e a lui si deve il raggruppamento di tanti giovani appassionati oggi affermati professionisti fumettisti di fama nazionale ed internazionale. M’illumino di Meno è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili.

Un’iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti. M’illumino di Meno torna il primo Marzo 2019 ed è dedicata all’economia circolare. L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell’acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono diventa una lampada, fanghi che diventano biogas. Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 15 anni, il mondo è cambiato. Negli anni la partecipazione a M’Illumino di Meno è cresciuta in modo straordinario, ottenendo l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio del Parlamento Europeo.

Il sito della Fumettoteca, aggiornato periodicamente, presenta i numeri relativi: 6.705 donazioni ricevute, con tanto di lista nominativa, 1470 eventi generali, rivolti al mondo fumettistico e riscontro di tutto ciò si possono contare 44.402 Presenze, partecipazioni e pubblico! Il fumetto è un mezzo di comunicazione, semplice perché non richiede collegamenti elettrici, schermi luminosi o apparati audio ma, anche, un linguaggio aperto e fruibile per tanti ambiti, molti validi autori trasformano, con parole e immagini, storia letterarie capaci comunque di conservarne forza, spirito e qualità delle grandi opere della letteratura mondiale. La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, grazie al supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, si sta inserendo nel mondo giovanile locale, proponendo percorsi e progetti per donare agli interessati strumenti utili e adeguati per attivare il confronto sulle proprie idee, per costruire nuove relazioni e per creare reti di socializzazione. Per questi motivi, dall’inizio dell’anno, è già attiva e operativa con proposte, eventi e iniziative, oltre a seguire e supportare giovani desiderosi di instradarsi lungo il percorso fumettistico. La “Biblioteca dei fumetti” è disponibile per tutti gli interessati previo accordo. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.
#MilluminoDiMeno.

CONDIVIDI
Articolo precedenteArrestato un forlivese 22enne per tentato omicidio
Articolo successivoInsediato il nuovo Consiglio provinciale
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.