Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Inaugurazione

Al di la delle più rosee aspettative, centinaia e centinai di presenze, formato da un pubblico proveniente da tutta la provincia e anche fuori provincia, dal ravennate e il riminese, oltre che anche dall’Emilia, che straripava all’interno dei due saloni, valido esempio e conferma di come ci fosse bisogno di questa realtà; la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”. Un successo che conferma, nell’ampiezza dei numeri e nel grande gradimento riscontrato, la necessità di avviare una Fumettoteca all’interno dell’ambito sociale, di dare corpo ad un punto d’incontro dove i cittadini interessati, e da questo avvio pare siano molti, possano avere uno spazio adeguato per esprimersi. L’inaugurazione è stata anche l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno collaborato alla realizzazione del progetto, a partire dalla madre di Alessandro, la signora Giordana, le sue cugine, i tanti amici di Alessandro fra i quali i grandi fumettisti forlivesi, la disponibilità di Giulio Marabini, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi, e i componenti dello Staff Fumettoteca, capitanato da Gianluca Umiliacchi.

La celebrazione ha visto la presenza dell’assessore allo sport e degli eventi istituzionali, Sara Samorì, un referente del Comitato di Quartiere Ca’Ossi e oltre ai due grandi autori Davide Fabbri e Marco Verni, anche tanti altri fumettisti di fama presenti fra il pubblico, come Onofrio Catacchio, Guglielmo Signora e altri. Una presenza massiccia che con i vari esponenti, dell’Amministrazione Comunale, della Cultura locale, dell’Arte e, ovviamente, del Mondo Fumettistico, e tantissimi appassionati ha creato soddisfazione per il risultato, oltre alle più rosee aspettative, da parte dello Staff Fumettoteca.

Un pomeriggio, quello di ieri che ha dato “ufficialmente” avvio all’attività socio-culturale della Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, situata nel Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, via Curiel, 51, prima fumettoteca per la Regione Emilia-Romagna, che si propone come una nuova realtà e innovativi servizi che si possono affermare al passo con i tempi e non solo tanto per dire! Successo e interesse anche per la Mostra di tavole originali dal titolo “Fumetto”, che propone 12 autori locali e nazionali, Fabbri, Signora, Verni, Babini, Cimpellin, Muñoz, Reviati, Costantini, Cossi, Montorio, Maximilian Capa e lo stesso Callegati, che sarà prolungata anche per tutto il mese di marzo, aperta ad orari pubblici o su prenotazione. Il nutrito calendario di eventi che la Fumettoteca ha previsto per il 2019, vede già in cantiere per i prossimi mesi una Personale di Alessandro Callegati “Calle”, una Personale di Leo Cimpellin, una Collettiva di “Matite Ribelli” e tante altre interessanti iniziative.

Nell’incontro sono stati definiti ed approfonditi i primi numeri di questa realtà, dati rintracciabili sul sito online, numeri ben consistenti e in costante accrescimento: 6.705 donazioni ricevute in esponenziale aumento, e nel sito si può visionare la lista nominativa, 1470 eventi generali, rivolti al mondo fumettistico con riscontro a tutto ciò che porta a 44.402 Presenze, partecipazioni e pubblico! La Fumettoteca accetta donazioni di fumetti, di qualsiasi tipo, contenuto, formato e condizione, e proprio il giorno dopo dell’inaugurazione abbiamo già in sede una donazione di alcune centinaia di fumetti. Positivo il riscontro anche da parte delle Case Editrici interpellate, la Astorina, che pubblica del 1962 Diabolik, ha donato oltre 100 volumi cartonati “Nero su Nero” e è al vaglio altre possibili collezioni da donare alla Fumettoteca. Per donarci fumetti è sufficiente contattarci per poi accordarci, tutto qui.

Dall’inizio dell’anno la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, è già attiva e operativa con proposte, eventi e iniziative, oltre a seguire e supportare giovani desiderosi di instradarsi lungo il percorso fumettistico. La “Biblioteca dei fumetti” è disponibile per tutti gli interessati previo accordo. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

CONDIVIDI
Articolo precedente"Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show" al Teatro Diego Fabbri
Articolo successivoUna Forlì imprecisa dalla lunetta lascia i due punti sulle tavole dell’Unieuro Arena
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.