F4-matteo-nannini-in-bhaitech-racing

Nella giornata di ieri ci siamo lasciati con il vantaggio di Matteo Nannini salito da 4 a 10 punti sul paraguayano Durksen nella classifica piloti. Terminato il terzo round della F4 degli Emirati Arabi, la leadership del campionato è ancora sua ma per salvaguardarla il forlivese ha dovuto lottare strenuamente nella quarta e ultima giornata del round di Dubai.
Partito quinto e con gomme usate in gara 2, Nannini non è riuscito a migliorarsi e ricambiare gli attacchi dei propri compagni di squadra alle spalle del duo Muecke. Joshua Durksen, il diretto rivale del giovane italiano, ha tagliato il traguardo per primo davanti a Nico Gohler e Shihab Alhabsi e ha temporaneamente recuperato su Nannini in ottica campionato.

Sapevamo che sarebbe stato difficile a causa delle gomme usurate. Ho dovuto combattere più del previsto con i miei compagni di squadra, mentre il mio rivale Durksen ha vinto” ha commentato Matteo terminata la seconda manche. Dopo il via di Gara 3, in cui il forlivese scattava dalla pole position, l’ordine precostituito si è ristabilito e Matteo è tornato alla carica, aggiudicandosi la manche davanti ad Alhabsi. Il compagno di squadra ha saputo metterlo sotto pressione dall’inizio alla fine, rischiando persino il tamponamento, ma la gestione di Nannini è stata perfetta e il suo sforzo è stato ripagato.

Tijmen van der Helm ha firmato il suo primo successo in questa Formula in Gara 4, davanti a Shihab Alhabsi. Arriva la seconda tripletta del round per Xcel Motorsport grazie anche al 3° posto di Nannini. Il contatto alla partenza con Nico Gohler, compagno di Durksen, ha provocato il danneggiamento dell’alettone posteriore della vettura del giovane italiano, che tuttavia si è rifiutato di arrendersi. La rimonta non tarda ad arrivare mediante i sorpassi ai danni di Durksen e Roy, per poi volare verso il suo nono podio della stagione.

Sono stati tre giorni molto combattuti, ma sono molto contento del lavoro che ho svolto in pista” afferma Nannini, ora a quota 214 punti, 17 di vantaggio su Durksen. Il terzo posto non è più occupato da Roy, superato da Alhabsi che prosegue in crescita con il suo sesto podio consecutivo. In quinta posizione troviamo Rui Andrade, di soli 16 punti sopra Van der Helm, il debuttante di Xcel a Yas Marina e già vincitore di una gara”.
Ora l’appuntamento è fissato per il 21 febbraio a Yas Marina. Qui avrà luogo il penultimo round della F4 degli UAE, la vigilia della vera resa dei conti.