Caffè Panzera dal 1931

0
Letture: 339

Caffè Panzera dal 1931
Indirizzo: Piazza Duca d’Aosta 10 a Milano (a fianco alla Stazione Centrale)
Recapiti tel. 02 6692647
Giorno di chiusura: Natale.
Orario di esercizio: pranzo/cena.
Si può prenotare e accettano tutte le Carte di Credito.
Locale climatizzato; un dehor esterno da 40 coperti, ricercato dai turisti.

Come arrivare/itinerario consigliato: Panzera, lo trovi a lato sinistra uscendo dalla Stazione Centrale di Milano, in angolo.

Se sbarchi in Stazione Centrale a Milano ed avrai appetito, eccoti segnalato un posto, spero giusto. Caffè Panzera nasce nel lontano 1931, ideato dai F.lli Panzera, pionieri della panetteria e pasticceria, proprio un anno prima dell’inaugurazione della Stazione Centrale di Milano che è già di per sé un monumento da visitare. Sarà il nonno di Alberto, con i suoi fratelli, ad aprire questo locale. I Panzera nel lontano 1931 avevano già un Panificio Pasticceria (arte bianca in evidenza nel locale) in via Lecco 4, centro di Milano. Una famiglia interamente impegnata ancora oggi, tant’è che la madre lavora alla cassa, all’età di 82 anni!

Il locale nasce come Bar Pasticceria e si evolve nel tempo (anni ’50) in Tavola Calda/Bar/Pasticceria sino a divenire Ristorante: un classico già visto sugli storici locali nostrani; vorrei dire che il Pasticcere ha una qualifica elevata e, a divenire Chef, ne guadagna l’ultimo (la Pasticceria è raffinata). Locale già definito “Bottega Storica” come da riconoscimento della Regione Lombardia.
Alberto Panzera Kammer mi racconta del turismo internazionale e nostrano: gli stranieri non hanno gli orari come noi, c’è qualcuno che ha preteso spaghetti col sugo di cozze alle 9,00 di mattina. Suo cugino ha aperto altri due locali: uno all’interno della Stazione Centrale e l’altro in via Montesanto (vicino al Fatebenefratelli), quest’ultimo, solo Pasticceria.

Il menù: si tratta di un menù vario fatto tutto al momento, cucina vera con chef e sotto-cuochi. E’ interessante evidenziare che al banco-bar c’è la possibilità di fare un fast-food con prodotti di qualità. Ho assaggiato le Orecchiette cime di rapa (fredde) buone; panini d’ogni tipo e campeggia il salame milanese; pasticceria per tutti i golosi con un banco frigo a vista, immenso. Quindi menù gettonato dai turisti i quali non sono acculturati sul nostro mangiare. Panzera ci ha tenuto a farmi assaggiare un risotto alla milanese (ottimo) ed una cotoletta alla milanese che ci siamo divisi in due (buona, tradizionale, doppia impanatura e fritta nel burro).

Trovi anche una proposta di pizza, si tratta di una pizza nordista (non stile partenopeo) cioè cornicione poco pronunciato ed un po’ secca, comunque buona. La scelta quindi è varia ed è legata al Dna della fretta milanese. 

Dimensione del locale: una ampia sala ed una sopraelevata al piano; 75 coperti.
Arredamento, tavola: arredamento fine, di classe, al top.

Direzione/Chef: Chef Maestro Canio Mancuso. Sottocuochi in cappello;

Target del locale $$$: Medio, Medio-alto.

Descrizione Menù.
– Antipasti: Mortadella al Tartufo con cipolline borrettane agrodolci; Tagliere di Affettati e Formaggi regionali; Insalata di polpo; Cocktail di gamberetti con lattuga avocado e finocchi; Mozzarelline e Mozzarella di Bufala dop.
– Primi piatti: Risotto alla Milanese (assaggiato, voto 9); Minestrone di Verdure; Lasagne ragù; Risotto monzese al vino rosso e salsiccia; spaghetti/scoglio/vongole/ragù.
– Secondi piatti: Parmigiana melanzane; Coniglio alla cacciatora con funghi; Costolette di agnello; Cotoletta alla Milanese (assaggiata: voto 9); Grigliata di pesce; Scamponi; Filetto varie cotture/salse; Ossobuco di vitello con risotto alla Milanese (classico milanese: ottimo).
– Contorni: di stagione; insalate e verdure saltate.

– Pizze: scelta di pizze, buone.
– Nel Cestino: pane di loro produzione.
– I dolci: di loro produzione: Cannolo siciliano; Tiramisù; Cheese cake; Torta pere e cioccolato; Crostate varie. Buonissimi, voto per i dolci: 10 e lode.
– Caffè/Invecchiati: grande scelta. Ottime etichette mondiali; bottiglie regalo.

– Acqua. Acqua San Pellegrino, ovviamente.
– Olio/aceto, spezie: di qualità.

Piatti consigliati: risotto e cotoletta.

Verdetto finale:
Location (il posto in esterno): 9
Ambiente (il Locale): 10
Servizio: 10
Voto globale Menù: 8-10.
Il voto del Conto: 8

“Sulla Porta”: il locale vanta le Targhe, “Placche”, di queste Guide:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti” www.viaemiliaristoranti.it
– Locale “Bottega Storica” by Regione Lombardia.

In definitiva: ideale per incontri; modello perfetto per spuntino in attesa del treno.