Amarissimo

0

Ristorante Amarissimo
Indirizzo: Piazza XX settembre, 4 a Forlì
Recapiti tel. 3477500340
Giorno di chiusura: domenica.
Orario di esercizio: pranzo/cena.
Si può prenotare e accettano tutte le Carte di Credito.
Il locale è climatizzato e ha un dehor per aperitivo.
Come arrivare/itinerario consigliato: portarsi in centro a Forlì, cerca piazza XX settembre.
Parcheggio: antistante, a pagamento.

Amarissimo, già frequentato in quel di Lido di Savio sul confine con la elitaria Mi-Mà, una bella location posta sul mare, stile bianco-tirrenico da Forte dei Marmi, golosa postazione di pesce, ahimè soggetta ad inondazioni. Ma noi siamo sulla terra ferma in quel di Forlì: Amarissimo sbarca sul vecchio locale Muffaffè realizzato da Michele Centone. Una grande rivisitazione ed ecco un bel locale. Fa parte del Gruppo Alba Marina: un hotel a Mi-Ma; un bel Catering; Amarissimo spiaggia e cucina; Amarissimo Forlì; Sale dolce Caffè; Banco attiguo ad Amarissimo/Forlì (gestirono pure la Cantinaza sempre a Mi-Mà; Ndr).

Pesce in prevalenza (logica) ed altro come buon menù; notiamo vera classe sulla cucina.  Ci siamo basati sui nostri segnalatori più due guide mirate del sottoscritto con 140 € di spesa a nostro carico. Informazioni tirate fuori con le pinze ai due bravi addetti ai tavoli, uno che sembra allievo di Cracco e la ragazza ex-Eataly (recensito); chimerico il capo Enrico Braghettoni sempre assente e le due volte intravisto, schivo sulle info, quasi noi dipendessimo da lui!

Gli assaggi praticati: un modaiolo “Passatello asciutto con vongoline, scorfano e polvere di olive taggiasche”: sui passatelli asciutti 40 anni fa a Sadurano, Trattoria Facchina proponeva per primo in Romagna, coraggiosamente il piatto asciutto anzichè in brodo, un gesto ardito: oggi tutti fanno passatelli asciutti, in Tv non manca Chef Rubio, guai se non hai in menù un piatto simile. Per il Risto in esame, erano sodi ben trafilati, saporiti, gustosi, insomma buonissimi, belli gialli scuri al sapore di mare. Bene per la densità/mèlange: Attribuiamo alto voto 9.

Eppoi, ci portano delle Vongoline in brodo, semplici vongoline direte voi? No, nulla è semplice in cucina, queste erano squisite, al top, saporite: attribuiamo un voto 10 consci che il semplice, paga! Ed ecco le Cozze di Cervia in Rosso Pomodoro bio e Crostini, un altra semplice goloseria che, se ben fatta, rende. Cozze di Cervia già da noi celebrate al top (più care delle spagnole, non c’è paragone), un piatto golosissimo da “scarpetta” col pane e con un bel voto: 9.

Arriva la chicca: “Piada alici pomodorini secchi rucola e pecorino scoparolo”: si tratta di un rotolo di piada con dentro gli ingredienti. Ottima, riempie cioè è nutriente, un piatto che sazia. La piada è molto gialla con buon strutto genuino, morbidosa per essere rotolosa, ben fatta. Ottimo e diamo voto 8,5. Arriva pure un Cookies di Baccalà: apriti cielo, un baccalà mantecato (non da Palmerino ma valido) con un pane cialda al nero di seppia (goloso ed artistico!) con decorazione di pistacchi laterali su un letto basico di crema di patate. Ottimo, originale, gli assegniamo un 8.

Altro assaggio: “Polipo crema Topinambur e carciofi”: il sacro Polipo lo vedo con patate, questo accostamento ci è piaciuto: bene. Ottimo piatto, per iniziare che come portata; alto voto: 8,5.
Il Crudo è sullo stile francese con Coquillages di altissima prelibatezza e alzatine coreografiche con ghiaccio da far perdere la testa: voto: 10. 

“Banco” è l’anticamenra del Risto, si tratta di un bar alias bancone più comode sedute, un bell’ambiente modaiolo open o open house golosamente attrezzato. Mia intervista al bravissimo barman Luca Brunetti, giovane ma già navigato e con sapienza; fanno persino i liquori in proprio! Brunetti, modesto ma espertissimo, vanta una decina di cocktails, tutti hand made. Serate a tema immancabili come lo Japan-Sushi ma pure esterofila da Mexico, Usa con hamburger riviste (by ex menù Cantinaza, ora chiuso), Thailandia, tutto è interessante. Evidenzio aperitivo con mini-fritto diretto, freschissimo dalla cucina, prezzo mirato ed alta qualità. Da provare! Voto 10 e lode.
Inoltre organizzano incontri con altri Chef su serate a tema! Bravi. Farete strada, specie sul pesce.

Dimensione del locale: anticamera denominata “Banco”. Locale, cioè il Risto, è retrostante, una cinquantina di coperti. Bello, modernariato. Musica sottofondo a volte troppo alta.

Arredamento, tavola; servizi igienici: arredo moderno senza tovaglia né sotto-tovaglia, alla francese, pulitissimo. Tovagliolo in generoso tessuto. WC: tre bagni moderni ben fatti puliti perfetti. Bene.

La Cucina /note sulla stessa: Cucina di mare, pure rivisitata stile Romagna mia. Valida assai.

Direzione/Chef: Chef Enrico e Fabio; Chef Manuele Mammi.

Target del locale $$$: medio, medio-alto, secondo portate ed etichette.

Descrizione Menù.
– Antipasti (menù cambiano secondo periodo). Cozze Cervia; Piada Alici; Cookies Baccalà; Fischioni basilico pane e insalatina; Polipo lesso (tutto valido e al top).
– Primi piatti: sgombro marinato crema patate e peperoni arrosto (ottimo); Tartare tonno sedano croccante e “finta” maionese alle nocciole (ottima); Carpaccio ricciola zucca ed olio rosmarino; Gamberi rossi con fois gras lamponi e pan brioche (grande!); Cruditè (ottima scuola, massimo dei voti). Passatello vongole scorfano (stupendo); Tagliatella ruvida cacio pepe e cozze (ottima!); Paccheri amatriciana di mare (ottima); Spaghi poveracce (cioè vongole, Ndr), bottarga e limone (stupende); Ravioli di baccalà alla puttanesca (ottimo); tagliatella ruvida scalogno e guanciale (ottima); Cappelletti al ragù (ottimi); ecc. Menù di valore. Bene.
– Secondi piatti: Baccalà arrosto con crema cavolfiore e polvere olive (favoloso); hamburger tonno ecc.; Gran Fritto mare/orto (valido); Catalana crostacei (ottima); ecc. Bene.
– Contorni: di stagione; Giardiniera Amarissimo (eccezionale, voto 10); Zucca al forno con rosmarino; Misticanza con fiori di stagione; Puntarelle alici e peperoncino (belle!).

– Nel Cestino: pane fatto in casa; grissini e piadina. Ottimo! Max voti.
– I dolci: Mascarpone; Millefoglie crema Chantilly; Ciocco Biscotto. (max dei voti)
– Caffè/Invecchiati o “Infiammabili”: grande scelta di super alcoolici (“Infiammabili”).

La Cantina. Etichette/Carta dei Vini e Acqua. Etichette raffinate ed elitarie: champagne a iosa. Acqua minerale di alto livello.
– Olio/Aceto,spezie: alta qualità.

– Note sul menù e piatti consigliati: Pesce. Cruditè. Passatelli.
– Miniere gastronomiche: Passatelli.

Verdetto finale:
Location (il posto in esterno): 9
Ambiente (il Locale): 9+
Servizio: 10
Voto globale Menù: 8–10 e lode del caso.
Il voto del Conto: 8,5.

“Sulla Porta”: il locale vanta le “Placche” di queste Guide:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti” www.viaemiliaristoranti.it
Puoi provare anche questi Ristoranti”: (recensiti/in arrivo):
– Benso (recensito by loro stand alla Festa Artusiana); Pizzeria del Corso; Eataly; Pizzeria Marì d’Otello; Trattoria Amorosa; Rist. Vittorio; Rist. Le Querce; Rist. Petito; ecc.

– Cosa c’è da vedere in zona? Forlì centro storico; San Mercuriale; Musei San Domenico.
– In definitiva: ottimo per tutti i gusti. Bene a cena con persone golose di …Coquillages!