teatro mentore santa sofia

Sabato 16 febbraio, alle ore 21,00, al Teatro Mentore di Santa Sofia, Alessandro Bergonzoni metterà in scena “Trascendi e sali”, regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi.
“Trascendi e sali” è un consiglio ma anche un comando. O forse una constatazione dovuta ad una esperienza vissuta o solo un pensiero da sviluppare o da racchiudere all’interno di un concetto più complesso, come vettore artistico di tolleranza e pace, colmo di visioni che, magari, riusciranno a scatenare le forze positive esistenti nel nostro essere. La carta diventa forbice per trasformarsi in sasso, dove il comico si interroga per confessare e chiedere e tornare a indicare quello che evidentemente lui vede prima degli altri. Forse. Sicuramente. Sicuramente forse.

Dall’alto della sua “pensostruttura”, Bergonzoni osserva, fotografa e descrivere l’umanità con giochi di lingua rocamboleschi. Lo spettacolosi apre con una salita, prosegue con una discesa incerta e si sofferma a lungo al centro della scena. L’assurdità della verve parolistica impegna lo spettatore in una comicità sottile, invita a riflettere sulle parole, sulla cristallizzazione di modi di dire, sull’assuefazione al linguaggio incolore con cui comunichiamo: una tastiera predefinita che compone frasi usurate. Dall’alto si osserva, dal basso si abita nell’epoca del Risarcimento a favore di una “chirugia etica per rifarsi il senno”. Per i non abbonati: ingresso 25 euro (ridotto 22 euro per under 27 e over 65).