Azione Cattolica

Questo è il titolo dell’incontro formativo promosso dall’Azione Cattolica di Forlì-Bertinoro che si svolgerà domenica 13 gennaio alle ore 15,00 al Seminario Vescovile di via Lunga a Forlì. Troppe volte, e per troppo tempo, la preghiera e la vita si corrono dietro come due ragazzi che giocano, si incrociano come due estranei sulla strada, convivono come due vicini che non si salutano.

L’azione non deve eliminare la contemplazione. Dobbiamo eliminare, o almeno ridurre, le contraddizioni tra azione e contemplazione, tra apostolato e preghiera, tra attività esterna e attività interiore, tra il dedicarci a noi e il dedicarci agli altri. Si sente dire: “ho troppi impegni professionali, non posso più pregare”. E ancora: “come faccio a pregare con cinque bambini sempre tra i piedi da mattina a sera?”. Queste espressioni denunciano una cosa molto grave: la svalutazione fondamentale dell’attività umana. Il lavoro, lo studio, lo sbrigare le faccende, l’accudire ai figli sono cose importanti!

Più ancora: sono cose sante in sè, perchè sono valori umani voluti da Dio a cui io debbo dedicarmi con tutte le mie forze e con tutto il mio pensiero. Se è vero che la preghiera è amore di Dio anche l’apostolato è amore di Dio. Non dobbiamo disgiungere questi due amori: l’amore di Dio dall’amore del prossimo. Questi due amore debbono essere vissuti assieme e fusi in un tutt’uno. Perciò se non c’è azione senza contemplazione, se non c’è apostolato senza preghiera, se non c’è il noi senza gli altri… “Non c’è società senza comunità… per generare relazioni nuove con il mondo“. Questa è una bella sfida.
Ad approfondire questo tema sarà Johnny Dotti: marito, padre, pedagogista, imprenditore sociale. Monaco novizio. È fondatore della Rete CGM, presidente e amministratore delegato di Welfare Italia Servizi srl, società dedicata allo sviluppo dei servizi per le famiglie.