A 100 giorni dalla manifestazione, si inizia a programmare l’edizione 2019 della tradizionale Festa del Falò che quest’anno si svolge il 27 e 28 aprile.
Torna la magica notte di Rocca San Casciano: il paese capoluogo della Romagna-Toscana presenta la Festa del Falò 2019. Tante le novità e le sorprese di quest’anno a cui da alcuni giorni stanno lavorando i due rioni, il Borgo e il Mercato, che in una serie di riunioni segrete stanno decidendo le strategie per la realizzazione dei pagliai e il tema delle sfilate che animeranno la serata della festa, sui temi per ora c’è il massimo riserbo e a breve inizieranno i lavori per gli allestimenti dei carri allegorici, mentre nelle campagne fra poco inizieranno i primi tagli di “spini” che serviranno a realizzare i due giganteschi pagliai, in realtà i pagliai sono allestiti con le ginestre che vengono tagliate e raccolte con tutte le autorizzazioni previste, ma i rocchigiani non hanno perso l’abitudine di chiamarle “spini” in quanto in passato si utilizzavano esclusivamente, spini di rovi, sterpaglie e potature di alberi.

Il comitato organizzativo è al lavoro per offrire ai suoi ospiti una festa di alto livello sia dal punto di vista dello spettacolo sia dal punto di vista della sicurezza.
Come oramai succede da diversi anni anche la festa dell’ edizione 2019 si svolge il primo fine settimana dopo la Pasqua.

Sabato 27 aprile è il giorno clou della manifestazione, la tanto attesa “Festa del Falò” che tutti gli anni richiama migliaia di persone da tutta Italia. Con l’accensione dei giganteschi falò in competizione fra i due Rioni, circondati da un suggestivo spettacolo pirotecnico, ci si ritrova immersi inun’atmosfera davvero magica. La competizione continua in piazza Garibaldi con le sfilate dei carri allegorici e centinaia di figuranti per concludersi con i balli che coinvolgono migliaia di persone con la voglia di fare festa, fino a notte fonda con i migliori dj d’Italia.

Domenica 28 aprile la giornata è dedicata alla replica delle sfilate che per l’occasione si arricchiscono di giovanissimi figuranti con tanti bimbi in maschera. Per tutte le giornate funzioneranno stand gastronomici.