Forlì inquinata

L’assessore all’ambiente William Sanzani nella seduta di oggi del consiglio comunale ha escluso categoricamente che se vi sia la possibilità che finiscano nei nostri impianti di incenerimento i rifiuti provenienti da San Marino e destinati – come previsto il 14 gennaio scorso con un apposito accordo regionale – in altri termovalorizzatori dell’ Emilia-Romagna.
A chiedere lumi su questa eventualità era stato con un apposito question time Fabrizio Ragni, capogruppo comunale di Forza Italia.

Il fatto che non saranno conferiti nei nostri impianti rifiuti da San Marino non cambia il fatto che il nostro inceneritore funzioni a pieno regime e che a tutt’oggi, nonostante la costituzione della società in house sui rifiuti, non si stia percorrendo la strada della riduzione programmata dei conferimenti. E tutto questo mentre il piano di realizzazione della raccolta differenziata porta a porta sta creando innumerevoli disagi e ancora in totale e tardiva assenza di comunicazione della tariffa che verrà imposta ai cittadini forlivesi”: ha commentato Fabrizio Ragni.

Ad oggi rimangono le nostre critiche motivate e circostanziate su Alea e i tanti disservizi che ogni giorno le cronache riportano. E a breve verificheremo la promessa che è stata data a tutti i consiglieri anche in quest’aula di: ridurre la tariffa, migliorare il servizio e diminuire i rifiuti da spedire all’inceneritore. Se così non accadrà la nostra bocciatura sull’intera questione rifiuti sarà severa e definitiva”: conclude il capogruppo comunale di Forza Italia, Fabrizio Ragni.