Galeata

La Giunta Deo vuol mettere il bavaglio alle opposizioni”. È la constatazione dei consiglieri di opposizione a Galeata, Federico Cucchi (lista civica Per Gaglieda), Roberto Casamenti e Eros Malpezzi (lista civica Il Gusto del bello), dopo l’annuncio che per la terza volta in pochi mesi il consiglio comunale si svolgerà in Comune a Civitella, insieme alla locale assise comunale.

A pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina – ribadiscono i tre consiglieri rifacendosi a una nota citazione. – Crediamo infatti che la Giunta Deo sia molto più debole di quel che vuol far pensare e abbia timore del confronto su problemi reali che riguardano la nostra comunità. Altrimenti non si comprenderebbero i motivi per cui Deo decida unilateralmente dove far svolgere il consiglio e l’ordine dei lavori, dove, guarda caso, non c’è mai posto per le istanze dell’opposizione. Così non si può andare avanti: abbiamo quindi deciso di disertare per protesta la prossima seduta del 23 gennaio, prevista a Civitella. Vorrà dire che la maggioranza se la suonerà e se la canterà in solitudine, mostrando il suo vero volto e tutti i suoi limiti, anche ai nostri concittadini che le hanno accordato il proprio consenso. Con questo nostro gesto sollecitiamo un atteggiamento più democratico e l’attenzione doverosa verso l’opposizione e i cittadini che rappresenta”.