blocco traffico

Dato il bollettino emesso in data odierna da parte di Arpae, è emerso il permanere delle condizioni di criticità relative al superamento dei limiti di pm10, pertanto vengono prorogate fino al 10 dicembre prossimo le misure emergenziali riguardanti le limitazioni della circolazione, previste dal “Piano aria integrato regionale”.
In particolare, il livello di allerta prevede che in caso di superamento dei limiti di pm10 per tre giorni consecutivi, le restrizioni alla circolazione scatteranno in modo automatico dal giorno successivo all’emissione del bollettino da Arpae.
Oltre alle limitazioni già previste dall’Ordinanza, per i diesel si estenderà il divieto a tutti i veicoli omologati Euro 4 e scatteranno ulteriori divieti: utilizzo di stufe a biomassa (legno, pellet, cippato…) con prestazioni emissive inferiori alla classe 4 stelle in presenza di impianti alternativi;
divieto di combustione all’aperto (residui vegetali e di potature, falò…); abbassamento del riscaldamento fino a un massimo di 19°C negli edifici di residenza e 17°C nei luoghi che ospitano attività produttive; divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli; potenziamento dei controlli sui veicoli nei centri urbani; divieto di spandimento di liquami zootecnici.
Le misure emergenziali resteranno in vigore fino al primo giorno di aggiornamento del bollettino Arpae, mentre saranno prorogati se i livelli rimangono superiori alla soglia.