ambulanza-118-notte

Sicuramente è un miracolato. Cadere nel vuoto dalla tromba dell’ascensore dal quinto piano senza riportare gravi o gravissime ripercussioni fisiche è sicuramente un caso a dir poco fortuito. I cavi dell’impianto hanno attutito la caduta e il giovane 19 enne si è potuto salvare subendo solo poche escoriazioni. Il fatto è accaduto venerdì sera all’interno del Tower Campus, un edificio in corso della Repubblica dove alloggiano gli studenti universitari: un 19enne polacco è caduto dall’ascensore precipitando appunto per cinque piani. Fortunatamente è riuscito ad aggrapparsi ai cavi della struttura, cadendo solo quando era ormai vicino al piano terra. Con lui c’erano due amici connazionali. Comprensibile lo choc del ferito e i soccorritori all’inizio hanno fatto fatica a ricostruire l’accaduto in quanto il ragazzo parla a fatica l’italiano.

Il giovane non ha riportato gravi conseguenze (solo escoriazioni alle mani, per lo sfregamento con i cavi d’acciaio). I soccorsi sono stati chiamati da alcuni studenti. Sul posto, dopo le ore 21,00, sono intervenuti vigili del fuoco, 118, forze dell’ordine. Molto strano il fatto che l’ascensore si sia bloccato mentre scendeva dal sesto al quinto piano. A quel punto, l’amico che era con lui è saltato raggiungendo il pianerottolo del quinto piano. Quando il 19enne si è buttato a sua volta, è rimasto impigliato con il giubbotto, perdendo l’equilibrio e finendo per precipitare di sotto. L’ascensore è ora sotto sequestro. In procura è stato aperto un fascicolo con l’ipotesi di lesioni colpose.