fratelli Gardini

È stata una vera e propria incetta di premi quella che i cioccolatieri forlivesi Fabio e Manuele Gardini hanno fatto nel corso della cerimonia di incoronazione dei migliori cioccolati al mondo. L’evento, organizzato quest’anno a Firenze dall’International Chocolate Awards World Competition con sede a Londra, ha visto salire Fabio Gardini sul palco ben otto volte a ritirare altrettanti premi: nella categoria cremini aromatizzati si è aggiudicato l’oro il cremino alla liquerizia, l’argento il cremino all’amarena ex aequo con il cremino alle noci di Romagna, bronzo il cremino con l’uvetta di Corinto; nella categoria cioccolato al latte con inclusioni si è aggiudicato l’oro la tavoletta latte sale di Cervia e liquerizia, l’argento la tavoletta latte sale di Cervia e olio extra vergine di Oliva Brisighello; nella categoria cioccolati ripieni si è aggiudicano il bronzo la tavoletta “Insolito” gianduia salata; nella categoria cioccolati grezzi si è aggiudicato il bronzo col “Rustico” l’ultimo cioccolato fondente nato in azienda. Un vero record a cui si aggiunge la soddisfazione di essere stata l’unica azienda ad aver fatto l’en plein in una specifica categoria, quella dei cremini aromatizzati.

A decretare il successo dell’azienda forlivese che ha sede a Vecchiazzano (www.gardinicioccolato.it) è stata, dopo mesi di assaggi, la giuria internazionale dell’International Chocolate Awards. Si tratta di uno dei più importanti del settore cioccolatiero a livello mondiale riservato alle lavorazioni artigianali di qualità. Anche in questa edizione si è registrata la partecipazione di centinaia di aziende provenienti da ogni angolo del pianeta.
Per arrivare alla finale il cioccolato made in Forlì aveva dovuto vincere le selezioni nella International Chocolate Award Mediterranean Competition: una delle competizioni di area, dove si sono dati battaglia cioccolatieri provenienti da tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Molti dei premi conquistati dai fratelli Gardini vedono l’abbinamento di prodotti del territorio romagnolo al miglior cacao. Si tratta di una strada, fatta di tanta sperimentazione, imboccata una quindicina di anni fa e che, fin da subito, ha regalato molte soddisfazioni da parte del pubblico nonostante un certo scetticismo iniziale suscitato nell’ambiente dei cioccolatieri.
In Italia – ricorda Fabio Gardinifummo i primi a proporre un cioccolato al sale. All’inizio eravamo visti quasi come degli eretici che abbinavano il gusto dolce a quello salato. Ora non c’è azienda cioccolatiera, grande o piccola, che non abbia almeno provato a creare qualcosa di simile. Siamo stati dei pionieri e considero un grande riconoscimento il fatto che ben tre delle nostre creazioni premiate in questa competizione abbiano tra i loro ingredienti quel sale così speciale raccolto nelle saline di Cervia“.

La linea di cioccolato con i prodotti del territorio romagnolo ha avuto anche altri riconoscimenti. Il sapiente dosaggio dell’olio Brisighello, prodotto nelle colline di Brisighella, e del sale di Cervia, ha permesso di vincere un argento nella categoria “cioccolato al latte con inclusioni”, mentre un altro argento se lo è aggiudicato il cremino con le noci di Romagna coltivate a Forlì. Questo è l’ultimo nato in casa Gardini a conferma che la voglia di sperimentare e proporre prodotti nuovi non è mai venuta meno.
Ricevere i premi sul palcoscenico di una manifestazione così prestigiosa – ha commentato Fabio Gardini – è sempre una grande emozione. Si tratta del riconoscimento non solo ai prodotti, ma anche all’impegno, alla passione e alle tante ore passate con i nostri collaboratori a studiare, miscelare, provare gli abbinamenti, esplorando ogni aspetto di questo fantastico mondo. E’ una vera e propria iniezione di entusiasmo che ci dà la forza per continuare a sperimentare“.