Presidente della Provincia Fratto

«Il 9 ottobre è stato dato avvio nella Provincia di Forlì-Cesena, attraverso la convocazione congiunta della Conferenza Provinciale di Coordinamento e della Commissione Provinciale di concertazione, al procedimento, di competenza della Provincia, di Programmazione dell’offerta di istruzione, per l’anno scolastico 2019/2020. Nell’ambito del citato incontro, ad unanimità dei presenti, fu accolto il progetto illustrato dal dirigente dell’UST, di aggregazione dei tre percorsi formativi attualmente presenti all’Istituto Professiona Ruffilli di Forlì (servizi commerciali, servizi commerciali e pubblicitari e servizi socio-sanitari/adontotecnico) rispettivamente con I.T.C. Matteucci, il Liceo Artistico Musicale e ITAS Saffi – Alberti di Forlì. Oggi la Provincia di Forlì-Cesena, a chiusura dei lavori di concertazione e di confronto istituzionale, dopo un attento ascolto dei vari componenti, che hanno ribadito la validità della proposta, ma anche la necessità di avviare un proficuo processo di confronto, ha ritenuto opportuno posticipare di una annualità la discussione definitiva sul progetto di aggregazione dei tre indirizzi dell’Istituto Professionale Ruffilli all’ITC Matteucci, all’ITAS Saffi-Alberti, al Liceo Artistico – musicale, anche in vista di eventuali altre proposte che potranno essere avanzate, garantendo già da ora il rafforzamento del sistema di concertazione con tutti i soggetti interessati. La futura decisione dovrà essere in particolare preceduta da un’attenta analisi del trend demografico degli studenti, dei bisogni degli studenti, del diritto di istruzione, delle molteplici funzioni svolte dalle autonomie scolastiche, e dovrà garantire il rispetto del parametro minimo dei 600 alunni per istituzione scolastica, al fine di assicurare a ciascuna autonomia l’assegnazione del dirigente scolastico e del direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA)».

Il presidente della Provincia di Forlì-Cesena Antonio Fratto