Forli-Calcio

Il Forlì, il cui nome completo è Football Club Forlì srl, è la società calcistica che ha la sede nell’omonima città. Può vantare una lunga storia, a partire dalle origini della pratica della disciplina sportiva a Forlì agli inizi del XX secolo. Inizialmente si trattava della pratica di uno sport in forma amatoriale, con dispute che coinvolgevano soltanto le altre città romagnole. Successivamente le cose cambiarono e la situazione diventò sempre più ampia, anche per il contesto in cui questa società calcistica si trovò inserita. Vediamo insieme quali sono state le evoluzioni nella storia del Forlì Calcio.

La svolta del Forlì Calcio

La vera e propria svolta per il Forlì Calcio arrivò con la fine della Prima Guerra Mondiale, quando le attività calcistiche furono riprese in forma graduale. Nel 1919 si costituì un’unione tra il Forlì Football Club e l’Unione Calcio Romagnolo. Ne nacque una rinnovata società calcistica che giocò la sua prima stagione nel campionato di terza categoriaDa non sottovalutare la stagione 1922-1923. Questo periodo è stato contraddistinto dai derby contro Cesena, Faenza, Ravenna e Rimini. Negli anni 1927 e 1928 i giocatori del Forlì riuscirono ad ottenere due promozioni consecutive, che li portarono alla seconda divisione e alla prima divisione. Il Forlì in quel periodo rimase nella terza serie, almeno fino all’anno 1935, quando venne retrocesso nella prima categoria regionale. Tuttavia rimase poco in questa categoria, perché ben presto iniziò la rimonta. Infatti la squadra vinse la prima divisione Emilia Romagna e arrivò alla Serie C. Rimase qui per cinque anni.

La storia più recente del Forlì Calcio

Proprio il calcio riguardano i migliori sistemi di scommesse secondo Topscommesse. Possiamo dire a questo riguardo che anche gli appassionati del Forlì fanno del loro amore per la squadra un punto di partenza per cimentarsi in dispute e pronostici vari. D’altronde non possiamo ignorare che la storia più recente del Forlì Calcio si fa davvero ricca di colpi di scena. Dopo essere rimasti per due anni in Serie C2, i giocatori del Forlì per poco non arrivarono ad essere promossi in Serie C1. Purtroppo questo mancato evento fu determinato dalla sconfitta durante i play off nel derby contro il RavennaDopo un periodo di crisi, nel 2006 è stata fondata l’Associazione sportiva dilettantistica Nuovo Forlì 1919. La nuova squadra ebbe la possibilità di giocare nella terza categoria, raggiungendo l’ottavo posto guidata da Luciano Linari.

Nel 2007 la società calcistica prese di nuovo il nome di Football Club Forlì. La squadra incontrò una risalita enorme e già nella stagione 2007-2008 riuscì a conquistare il girone D, portandosi sopra ogni vittoria e arrivando nella categoria EccellenzaIl Forlì Calcio arrivò nel campionato successivo al quarto posto. Nella più recente stagione 2012-2013 il Forlì si classificò decimo. Successivamente ottenne il nono posto in campionato e venne ammesso nella nuova Lega ProSi sono alternate diverse vicende e nel 2017-2018 nel terzo girone D della serie D il Forlì ha perso la finale dei play off contro l’Imolese. I simboli del Forlì Calcio sono il gallo e la caveja. I giocatori vengono chiamati ‘galletti’.