Basket Unieuro Forlì-Ferrara

Il “pivotal game” del girone d’andata mette a confronto due squadre vicine geograficamente parlando: l’Unieuro di coach Giorgio Valli andrà infatti a far visita alla Kleb Basket Bondi Ferrara di coach Andrea Bonacina. La partita che andrà in scena al Palasport di Ferrara vedrà contrapposte due squadre che si sono già affrontate in pre-stagione dando vita a un match equilibrato così come crediamo possa essere la gara di domenica alle 18,00. Come nella passata stagione la squadra estense basa le proprie fortune su una coppia di americani di primo livello a cui fa da complemento un ottimo gruppo di italiani (nella foto uno scontro di gioco dell’anno passato).

In cabina di regia Alessandro Panni ha preso il posto nel quintetto titolare di Moreno partito alla volta di Cento. Il ragazzo, che durante la partita giocatasi a Forlì lo scorso campionato risultò decisivo per la vittoria dei suoi con alcune conclusioni dalla lunga, è chiamato a un ulteriore step di crescita nella sua carriera che lo possa consacrare giocatore affidabile anche a questo livello.
Al suo fianco giocherà una guardia che farebbe comodo a molte squadre candidate alla vittoria di questo campionato: Isaiah Swann in uscita da Treviso, che a settembre causa problemi fisici non partecipò alla amichevole di Forlì come ci si poteva aspettare. È il primo terminale della squadra, infatti in quasi 34 minuti di impiego realizza più di 19 punti; nessuno dei suoi compagni fa meglio: il suo duello con Johnson potrebbe essere esaltante nell’arco dei 40 minuti di domenica.

Lorenzo De Zardo, che arriva anch’egli dalla squadra della Marca si accomoderà nello spot di ala piccola del quintetto iniziale: ha scelto di accasarsi a Ferrara per trovare più spazio. Quella passata è stata una stagione per lui positiva dove ha ritrovato minuti e continuità di gioco, ricordiamo come nella partita del Palaverde che gli uomini di Pillastrini giocarono contro Forlì mise più volte in difficoltà i play avversari con la sua difesa molto fisica sfruttando anche la sua stazza superiore, il suo allenatore si fida molto di lui e lo fa giocare più di 25 minuti.
Mike Hall è l’autentico faro della squadra ferrarese, lo scorso anno praticamente distrusse Forlì da solo; può giocare da 3, 4 e 5 ed essere pericoloso in tutte le posizioni del campo. L’attacco biancorosso dovrà cercare di impegnarlo in difesa per metterlo fuori dalla contesa quanto prima; in questa stagione viaggia a più di 15 punti per allacciata di scarpe in quasi 37 minuti di impiego e 9 rimbalzi, pericolo pubblico numero uno.

Il quintetto di partenza dei padroni di casa è chiuso anche quest’anno da Tommaso Fantoni giocatore espertissimo che viaggia sopra i 14 punti di media conditi da 8 rimbalzi in 26 minuti di impiego. La difesa di Tommaso è il suo marchio di fabbrica e anche il suo piccolo difetto ai liberi sembra vecchia storia; con l’età il giocatore che ha vinto questa categoria più volte è ulteriormente migliorato. A dare il cambio ai lunghi della Buondì Lorenzo Molinaro mentre sugli esterni arrivato da Piacenza Davide Liberati e molti giovani che devono ancora farsi le ossa.

Probabilmente quest’anno Ferrara sarà meno competitiva rispetto agli anni passati ma la trasferta in casa di Hall e compagni è sempre temibile. Forlì è chiamata a dare un segnale forte ai numerosi tifosi che la seguiranno quasi certamente anche domenica.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTorna “MoVimento in ascolto” l’assemblea itinerante del M5S
Articolo successivoEstorsione e corruzione, ai domiciliari il presidente della Conscoop
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!