Basket Piacenza - Forli

Una squadra che arriva da tre vittorie consecutive costruita sulla ossatura portante di un play talentuoso di categoria superiore Marques Green; dall’altro capo della fune troviamo Andrea Crosariol che per la categoria è un crack: questa la Piacenza targata Bakery e allenata da Claudio Coppeta che affronterà Forlì, reduce da due sconfitte consecutive, striscia che spera di interrompere ritrovando Donzelli. Green, la scorsa stagione a Jesi, non ha alcun bisogno di essere presentato, nella partita che Forlì affrontò nelle Marche senza avere nulla da chiedere alla stagione, l’americano, già visto in Italia con le maglie di Avellino, Barcellona Pozzo di Gotto e appunto quella dell’Aurora per ultima, fece impazzire i pari ruolo e decise la partita quando l’Uniero abbassò l’intensità difensiva su di lui:assist man senza eguali può all’occorrenza diventare anche solista (nella foto un’azione di gioco della passata stagione).

Crosariol, esploso giovanissimo al punto da entrare a far parte della nazionale maggiore fino ad esserne considerato un futuro cardine, ha avuto molti problemi fisici che lo hanno limitato nella sua carriera: giocatore temibile a qualsiasi latitudine, sarà la sua sfida con Lawson a determinare molto delle sorti del match.
Riccardo Castelli torna per la prima volta Forlì da avversario dopo averci trascorso una stagione e mezza. Non sappiamo come verrà accolto, sicuramente gli applausi di inizio gara lasceranno il posto alle invettive durante la partita: giocatore spigoloso che però in questo inizio di stagione ha messo insieme anche prestazioni balistiche di tutto rispetto.

Quando Alan Voskuil per la prima volta incontrò sulla sua strada Forlì vestiva la maglia di Piacenza. Tutti si ricorderanno quella partita in cui l’americano infischiandosene di qualsiasi tipo di difesa portò i suoi alla vittoria oscurando con la sua prestazione quella di un Joe Trapani mai visto così ispirato in attacco. Alan torna ad essere un giocatore dopo anni in cui le sue vicissitudini personali lo hanno limitato molto; l’anno passato ha vestito la canotta di Reggio Calabria, l’ultima volta che è stato a Forlì non ha passato un weekend di villeggiatura grazie alla cura che la squadra dei Finelli e in primis Ty Abbott gli hanno riservato: vestiva la maglia di Biella.

Completa il quintetto piacentino Alessandro Buffo che muove i primi passi nel mondo della palla a spicchi con la Libertas Cernusco, con la quale partecipa alle Finali Nazionali Under 15 nel 2013 ed Under 17 l’anno successivo. Sempre nel 2013, partecipa al Torneo delle Regioni con la formazione della Lombardia ed ottiene la chiamata in Nazionale Under 14. Inizia così il percorso nelle nazionali giovanili, che lo porta fino all’Europeo Under 18 dello scorso anno, chiuso al quinto posto da parte degli azzurrini. A livello di club, il passaggio alla PMS permette a Buffo di disputare altre quattro finali nazionali, tra Under 18 ed Under 20, oltre a disputare il campionato di Serie B realizzando 6,1 punti di media a partita in stagione regolare, saliti a 6.7 nei playout.

Dalla panchina degli emiliani escono Filippo Guerra alla terza stagione in maglia Bakery Piacenza: giunto in Emilia nel 2016, (nella formazione biancorossa ha mostrato importanti segnali di crescita con più di dieci minuti di impiego di media nella passata stagione); Davide Liberati arrivato a Piacenza a fine 2017 dopo aver iniziato la stagione in quel di Cecina (Liberati ha portato il suo contributo nella cavalcata che ha consegnato alla società biancorossa la promozione nella serie cadetta: 5.2 punti di media, percentuali al tiro in crescita costante fino al 43% dall’arco dei 6.75m nel corso dei playoff e grandi doti in cabina di regia ed in fase difensiva) e Andrea Pastore che cresce nel settore giovanile della formazione pontina con cui arriva ad esordire in prima squadra nel 2011 in Divisione Nazionale A. Nella medesima stagione il giocatore è in doppio tesseramento in Serie C2 con la SMG Latina. Nel 2013 prosegue la sua avventura in prima squadra a Latina e raggiunge due nuovi importanti traguardi, le finali nazionali DNG con la Virtus Eurobasket Roma e la chiamata al raduno collegiale della Nazionale Under 20. Nel 2014/2015 è in Serie B a Giulianova, dove colleziona quasi 9 punti a partita che gli valgono la nuova chiamata da Latina. Con i pontini disputa tre stagioni dal 2015/2016 al 2017/2018, l’ultima da capitano: 9.2 punti, 2.2 rimbalzi e 3 assist di media a partita.

Kurt Cassar ha indossato la maglia bianca con la stella blu al centro nelle categorie: Under 17, Under 18, Under 20 e contemporaneamente ha trovato spazio in Serie C (Silver e poi successivamente Gold) e nelle stagioni 2016-17 e 2017-18 anche in Serie B sempre con la maglia targata Stella Azzurra. Due stagioni, le ultime, da 5.61 e 6.04 punti di media conditi rispettivamente da 4.07 e 5.17 rimbalzi catturati a partita. Un costante miglioramento per Kurt che ora affronta la prima stagione in A2 della sua giovanissima carriera.
Riccardo Perego un vecchio amico di Forlì fino ai tempi di Soresina in cui faceva coppia con Farioli è stato protagonista della promozione piacentina l’anno passato con più di 15 punti di media nei play-off a partita; un vecchio lupo del parquet la cui esperienza sarà molto utile alla società per raggiungere gli obiettivi stagionali.