Filippo Lo Giudice Ugl Forlì

La Procura della Repubblica di Forlì ha aperto un’indagine di mercato finalizzata alla eventuale manifestazione di interesse da parte degli istituti di vigilanza per essere invitati alla procedura negoziata per l’acquisizione dei servizi di vigilanza privata armata per gli uffici giudiziari di Forlì. L’affidamento dell’appalto, che avrà durata triennale dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2021, riguarda l’affidamento del servizio di vigilanza armata “attiva” con guardie giurate armate presso le sedi del Palazzo di Giustizia di Forlì e dell’Ufficio del Giudice di Pace di Forlì di via Montesanto. Fra le varie mansioni previste, le Guardie Particolari Giurate dovranno controllare gli accessi e garantire il filtro delle le persone in entrata alla struttura, eventualmente registrando nominativi e verificando i documenti identificativi, dovranno garantire la sicurezza dei luoghi, controllando l’eventuale intrusione di persone estranee e prevenendo situazioni che possano creare pericolo a persone e cose segnalando le eventuali anomalie rilevate. Per il principio della “rotazione” non potrà essere invitato a partecipare a questa procedura la ditta che fino ad oggi aveva garantito il servizio, ovvero: “I Cittadini dell’Ordine”. Le buste con le offerte delle ditte che partecipano a questa opportunità saranno aperte a inizio dicembre e, a seguire, saranno valutate le candidature.

Visto che il criterio dell’aggiudicazione si basa sull’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo, e sulla verifica di un’autocertificazione degli istituti di vigilanza che si candidano dichiarando di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti, chiediamo che vi sia in fase di istruttoria e valutazione un approfondimento dell’attività svolta e della storia societaria delle ditte che hanno presentato le offerte. Nel settore variegato della vigilanza privata del nostro Paese abbiamo contezza di ditte non a norma con il pagamento degli stipendi o dei contributi, vi sono stati casi di ditte che hanno costretto i lavoratori a turni di servizio senza il vestiario o i mezzi e gli ausili di ordinanza. Per non parlare di istituti di vigilanza infiltrati da personalità contigue alla criminalità organizzata” spiega Filippo Lo Giudice (nella foto) segretario regionale Emilia-Romagna di Ugl sicurezza civile, il sindacato più rappresentativo fra tutte le varie sigle delle guardie giurate. Lo stesso Lo Giudice, in rappresentanza dell’Ugl, ha base operativa a Forlì e su questo appalto cittadino chiede di tenere la massima attenzione.

C’è un altro aspetto che vorrei evidenziare, ed è quello che in base alla normativa vigente il personale che attualmente svolge incarichi di vigilanza in Tribunale e nella sede del Giudice di Pace dovrà essere totalmente riassorbito con uguale stipendio e anzianità di servizio dalla nuova società vincitrice dell’appalto triennale. Siamo sicuri che, vista la correttezza e l’autorevolezza della stazione appaltante, vi sarà la massima cura nell’espletare questa procedura. Come sindacato Ugl faremo la nostra parte vigilando sull’esito del bando e sul corretto svolgimento dell’incarico nell’esclusiva prevalenza dei diritti dei lavoratori del comparto” conclude il segretario regionale Emilia-Romagna di Ugl sicurezza civile Filippo Lo Giudice.