Violenza in Centro Storico. Lega e M5S: “Giunta Drei inesistente sul fronte sicurezza”

0
Letture: 969

Vorrei prima di tutto ringraziare la Squadra Mobile di Forlì per l’attività investigativa che ha permesso di individuare i responsabili di un palpeggiamento e di una rapina ai danni di una 19enne forlivese” sono le parole del segretario provinciale della Lega di Forlì-Cesena, Andrea Cintorino (nella foto), che in una nota a margine dell’ennesimo episodio di violenza consumatosi in centro storico, esprime la propria solidarietà “alla giovane vittima” e chiama in causa l’Amministrazione Drei per “l’inefficacia e l’inefficienza con cui affronta l’emergenza sicurezza. Nonostante le denunce della Lega e quelle dei cittadini – attacca Cintorino – il centro storico di Forlì continua a essere terra di nessuno. A fronte degli innumerevoli episodi di violenza che mettono paura e colpiscono un numero sempre maggiore di vittime, questa Amministrazione si è dimostrata incapace di attuare politiche di prevenzione e contrasto alla criminalità e al degrado delle zone più a rischio”.
Non c’è niente da fare – conclude il segretario della Lega – ideologicamente e progettualmente le Amministrazioni Pd sono incapaci di affrontare e risolvere l’emergenza criminalità. A dirlo non è la Lega, ma i fatti che ci ricordano – se mai ce ne fosse bisogno – come molto spesso i protagonisti di queste violenze siano immigrati irregolari, senza fissa dimora, che vivono di espedienti e la cui unica occupazione sembrerebbe quella di colpire e avventarsi sui cittadini più indifesi”.

Un ringraziamento alla Polizia per l’ottimo lavoro investigativo svolto – scrive Daniele Vergini del Movimento 5 Stelle di Forlì -. Una cosa è certa: il centro storico non può continuare a versare in questo stato di totale abbandono. La nostra proposta l’abbiamo giá fatta: più divise in giro giorno e notte in centro e in periferia a cominciate dagli agenti della polizia municipale (uscendo dall’Unione dei comuni e reintegrando i ben 75 agenti in meno di organico rispetto alla legge) ed immediato rimpatrio di tutti quegli stranieri non in regola o che commettono reati. Nessun forlivese dovrà più aver paura di recarsi in centro! Questa sarà una delle nostre priorità se i forlivesi ci daranno fiducia alle elezioni dell’anno prossimo”!