Ugl: “Ora si concludano al più presto i lavori del nuovo carcere”

0
Letture: 261

Salutiamo con estrema soddisfazione la notizia che a breve partirà la gara di affidamento dei lavori di realizzazione del nuovo istituto penitenziario di Forlì nella frazione del Quattro. Ci complimentiamo con il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, che si è particolarmente attivato per sbloccare e avviare a conclusione un progetto che si attende da quasi 15 anni. E da più di un decennio si attende la ristrutturazione della rocca che ospita ancora il penitenziario“: commenta Filippo Lo Giudice, segretario dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna.
Da mesi il sindacato aveva espresso solidarietà alla direttrice dell’Istituto di pena ed alla comandante della polizia penitenziaria sacrificati nei locali fatiscenti della Casa circondariale di via della Rocca e con Alessandro De Pasquale, segretario nazionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria, aveva anche prodotto un video-denuncia sullo stato dell’incompiuta al Quattro, con il cantiere abbandonato e saccheggiato.
Ed oltre al cantiere del nuovo carcere fermo da mesi si deve convivere con il problema maggiore del carcere di Forlì – fa sapere Lo Giudice – con il fatto che dal 2005 si attende il nuovo carcere, il vecchio, che già è un edificio ‘antico’ e dunque con carenze strutturali, viene lasciato sempre di più com’è: ormai fatiscente. Senza programmare i necessari interventi strutturali”.
Avevamo chiesto un intervento straordinario del governo per far ripartire i lavori fermi per il nuovo carcere di Forlì nel quartiere Quattro ed alla fine è uscito il bando per concludere i lavori. Adesso auspichiamo la conclusione celere del nuovo penitenziario e ci adopereremo affinché vengano garantite sempre migliori condizioni di lavoro degli agenti della polizia penitenziaria, in attesa del trasferimento definitivo nella nuova, più moderna ed ampia struttura di detenzione e pena“: conclude il segretario dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna, Filippo Lo Giudice.