fabrizio ragni forza italia

La tariffa di 1 euro per ogni svuotamento degli appositi contenitori per pannolini e pannolini usati era meramente indicativa, è stata formulata fra le linee di indirizzo del Coordinamento Soci di Alea Ambiente e divulgata autonomamente dal presidente del Coordinamento Vittorio Cicognani, e dal sindaco di Meldola Zattini. Non c’è nulla di definitivo. Mi impegno personalmente a farmi carico delle sollecitazioni emerse, anche da esponenti della maggioranza, a ridurre la tariffa, a renderla più bassa, nell’ottica di fornire un maggiore servizio”: questa la risposta dell’assessore comunale all’Ambiente ed ai Rapporti con l’Unione dei Comuni, William Sanzani – martedì pomeriggi in consiglio comunale – al question time formulato da Fabrizio Ragni, capogruppo comunale di Forza Italia, che per primo aveva bocciato la proposta della cosiddetta ‘tariffa solidale’.
Non si tratta di ridurre questa tariffa, si tratta – e lo invocano non soltanto le migliaia di cittadini di Forlì ma anche quelli dei Comuni soci di Alea in cui è già in vigore il nuovo sistema di raccolta Porta a Porta – di non penalizzare utenti deboli come i neonati e gli anziani non autosufficienti ed i loro familiari. Dunque, chiedo alla giunta di rappresentare nella prossima seduta del Coordinamento Soci di Alea Ambiente (che si svolgerà il 29 ottobre, ndr) la richiesta di azzerare del tutto questa tariffa”. La cifra indicativa era 1 euro a svuotamento minimo a settimana, non meno di 52 euro all’anno.
Per abbattere questa ingiusta tariffa ci sono già Comuni come quello di Predappio, che hanno proposto di farsene carico a nome dell’amministrazione rendendola dunque gratuita per i cittadini interessati. Perché non segue questa strada anche il Comune di Forlì”: ha chiesto Fabrizio Ragni.
Ma l’assessore William Sanzani ha fatto intendere che non sono ipotizzabili gestioni tariffarie a macchia di leopardo fra i singoli Comuni soci di Alea, a suo parere andrà ricercata una soluzione unica e condivisa. Risposta che non ha soddisfatto il capogruppo di Forza Italia, Fabrizio Ragni, che ha ribadito la sua posizione, anche rimarcandone l’autonomia all’interno de suo gruppo: “Se la filosofia di Alea, quella per cui è nata dopo aver giustamente preso le distanze dal monopolio della bolognese Hera, è ancora l’abbattimento dei costi per gli utenti e il miglioramento del servizio vi sarà il mio sostegno. Se al contrario, come emerge in queste settimane, si dovesse evidenziare un aggravio dei costi ed un peggioramento del servizio di gestione e pulizia dei rifiuti allora non vi sarà mai il mio appoggio e men che meno l’avvallo di tariffe che penalizzano e aggravano i bilanci familiari di categorie delicate come gli anziani malati e incontinenti ed i bimbi piccoli e neonati”: conclude Fabrizio Ragni