Assessore-Mezzetti-e-SediciCorto

Si è chiusa la quindicesima edizione di Sedicicorto International Film Festival, naturalmente con i premi assegnati dalle giurie internazionali, degli studenti e del pubblico. Un palmares ricchissimo, come ricchissima è stata questa edizione 2018 di un festival che compete ormai con le più importanti manifestazioni continentali. Bilancio positivo anche per i numeri di Sedicicorto, con un buon incremento degli abbonamenti e soprattutto dei biglietti singoli, con un pubblico che ha visto molti più giovani rispetto agli anni precedenti. Un ottimo segno per un futuro che il festival sta già progettando. Il presente, però, sono premi e premiati. Tanti e per film di alto spessore in tutte le sezioni. Basti pensare alle due storie bellissime di CortoinLoco, Odio il rosa, la storia di una bambina che sin da piccolissima si sente un maschio e come tale vuole comportarsi ed essere, e 100 anni di corsa, l’incredibile sprint di un corridore di 98 anni. La prima edizione del festival nel festival IranFest ha premiato l’animazione dalle molte contaminazioni europee di Run Rostam Run. IranFest ha segnato una media di pubblico altissima nei suoi tre pomeriggi di programmazione, un successo inaspettato e magnifico.

CortItalia ha visto premiare tre film che hanno già raccolto tanti riconoscimenti. Fino alla fine, storia di una Gomorra inaspettata, il toccante La giornata sono stati battuti sul filo di lana da Inanimate, ma a vincere è stato tutto il movimento cinematografico breve italiano, che a Forlì in questi giorni si è incontrato e ha stretto le fila, come ha dimostrato l’intesa nella partita di calcio di fine festival, in cui distributori, produttori e autori si passavano il pallone come giocassero da anni insieme negli schemi di Sarri. Ma comunque, non è bastato per battere la forte compagine di Sedicicorto, che si è imposta con un sonoro 11-8. Ma ci sarà tempo per la rivincita, a Sedicicorto 16. Ultima categoria salita sul palco durante la cerimonia di premiazione all’Auditorium CariRomagnaè stata Movie, per il miglior corto internazionale. All These Creatures, vincitore della Palma d’oro all’ultimo festival di Cannes è stato battuto sul filo di lana dal film polacco Deer Boy, scelto dalla giuria per “lo stile cinematografico moderno e visionario. Per la capacità di reinterpretare archetipi universali.Per la potenza e il fascino degli attori in scena. Una metafora contemporanea sorprendente”. Sedicicorto è finito, l’appuntamento al 2019, per un’edizione che si pone già da oggi l’obiettivo di sorprendere.

I premi
ELENFANT – Premio distributivo messo in palio dalla società di distribuzione ELENFANT di Bologna.
LUCY di Roberto Gutierrez (VENEZUELA)
KONTAINER 16 – Premio della critica determinato dal web magazine Kontainer16
LA MUNECA ROTA – Daniel León Lacave (SPAIN)
NO+D2 – Sezione con film di qualsiasi genere della durata di non più di 2 minuti
Menzione speciale al film TOUT SEUL di Mabner Toussaint (FRANCE)
Gran Prix Luminor al film SOUL MATE di Mahdi Borjian (GERMANY)
CORTOINLOCO – Sezione dedicata a opere di registi Emiliano-Romagnoli di nascita e/o di adozione.
Il premio del pubblico va a ODIO IL ROSA di Margherita Ferri (ITALIA)
Il Gran Prix Luminor viene assegnato a 100 ANNI DI CORSA – Giuseppe Parrino (ITALY)
IRANFEST
Gran Prix Luminor a RUN ROSTAM RUN – Molayemi Hossein (IRAN)
ANIMARE – Sezione con film di animazione per bambini e ragazzi
Gran Prix Luminor a TWEET TWEET di Zhanna Bekmabetova (RUSSIA)
EXPERIA – Sezione con film internazionali sperimentali
Il premio del pubblico va a UMANO di Martin Nicolas Pierre (FRANCE)
Gran Prix Luminor per ANOTHER WORLD di Florinda Frisardi (GERMANY)
ANIMALAB Sezione con film internazionali di animazione
Il premio del pubblico va a LETTERS – Alexander Savarsky (RUSSIA)
Gran Prix Luminor SPLENDIDA MOARTE ACCIDENTAL – Sergiu Negulici – (ROMANIA)
CORTITALIA Sezione con film Italiani di ogni genere
Il premio del pubblico va a FINO ALLA FINE di Giovanni Dota (ITALY)
Menzione speciale a LA GIORNATA di Pippo Mezzapesa (ITALY)
Gran Prix Luminor INANIMATE di Lucia Bulgheroni (ITA/UK)
MOVIE Sezione con film internazionali di fiction e documentari
Il premio del pubblico va a CHEVEUX SACRES – Mario Morin (CANADA)
Menzione speciale a ALL THESE CREATURES – Williams Charles (AUSTRALIA)
Gran Prix Luminor DEER BOY – Gondek Katarzyna (POLAND).