nostalgici-a-Predappio

Una folla di circa 2.000 ‘nostalgici’ ha partecipato, questa mattina, a Predappio alla ricorrenza della Marcia su Roma che il 28 ottobre 1922 portò al potere Benito Mussolini. E come tutti gli anni fioccano le polemiche, soprattutto sui social, su questo tipo di “ricorrenza”. Quest’anno poi le critiche sono divampate per alcune magliette, con la scritta “Auschwitzland” un logo che paragona il lager nazista al parco giochi della Disney, esibite da diversi partecipanti che arrivati con auto e pullman da diverse regioni d’Italia, si sono radunati in Piazza Sant’Antonio per poi formare un corteo. I manifestanti hanno esibito un tricolore di oltre una decina di metri e altri striscioni per raggiungere successivamente il vicino cimitero di San Cassiano dove si trova la cripta della Famiglia Mussolini, riaperta dopo alcuni lavori. Le condizioni meteo, con pioggia intermittente, hanno accelerato la conclusione della manifestazione. Per fortuna tutto si è svolto senza incidenti, con un servizio d’ordine da parte di Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale. Come ogni anno sono stati presi d’assalto i negozi di Predappio specializzati in souvenir e abbigliamento “nostalgico”, oltre a bar e ristoranti della cittadina romagnola. Un tipo di “turismo” che ogni anno scatena polemiche e critiche verso le autorità, che autorizzano questa manifestazione, e alla magistratura che non interviene per i reati di apologia del fascismo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa "Festa del Ciao" a Villafranca
Articolo successivo"Storie... da paura" a Palazzo Sassi e visita guidata "Tenebrosa Terra del Sole"
Ragioniere, classe 1963, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo, social network e blog, ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 dirige 4live.