Articolo Uno Mdp

«Articolo Uno/Mdp-verso LeU esprime il proprio sostegno alla richiesta dell’Associazione nazionale partigiani di un intervento delle autorità competenti per proibire le dimostrazioni neofasciste previste per il 28 ottobre a Predappio.
Queste manifestazioni, che si ripetono annualmente negli anniversari cari ai nostalgici del passato regime fascista, rappresentano iniziative dall’evidente contenuto anticostituzionale e in flagrante contrasto con le disposizioni contenute nella legge Scelba. Si tratta per di più sfilate che si svolgono senza le prescritte autorizzazioni di legge e che costringono al dispiegamento di folti contingenti di agenti e funzionari di polizia per tutto il loro svolgimento, di modo da garantire la sicurezza della città di Predappio ed evitare incidenti.
Dal punto di vista simbolico, risulta provocatorio e inaccettabile il ripetersi di episodi di apologia di un regime che, nel territorio romagnolo e forlivese, si è distinto, dalla sua ascesa al potere alla sua caduta, per la ferocia della persecuzione degli oppositori e per la sistematica compressione delle aspirazioni di progresso e giustizia sociale della popolazione
In conclusione, chiediamo alla Prefettura e alla Questura di Forli-Cesena un intervento deciso e determinato per mettere fine ad una situazione nella quale, puntualmente e per alcuni giorni l’anno, Predappio si trasforma in una sorta di “zona franca”, nella quale non valgono né la Costituzione né le leggi ordinarie della Repubblica Italiana.
L’unico corteo che deve attraversare le strade di Predappio il 28 ottobre è quello dei cittadini, degli antifascisti e dei democratici, impegnato a celebrare la fine della tirannia e la vittoria della libertà».

Il Coordinamento di Articolo UNO – Mdp Forlì